Tuta in pelle: alternative?

Tuta in pelle: alternative? - opinioni e discussioni sul Forum di Dueruote - puoi discutere con appassionati di moto come te, iscriviti subito per partecipare ed esprimere la tua opinione!

  1. Morpheus

    Morpheus

    Iscritto:
    1241340876
    Messaggi:
    3
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Sono vegano ormai da diversi anni, e anche se dopo lo scooter in giovane età non sono mai riuscito a fare il grande passo verso una moto, la voglia non se ne è mai andata del tutto. Purtroppo (si fa per dire) ora è tornata a scalpitare e, vista una situazione personale più favorevole, avrebbe buone possibilità per realizzarsi. Eccoci a quello che per me si è rivelato un grosso ostacolo. Senza dilungarmi in scelte etiche/morali/animaliste/ecc che ho visto affrontare in altri post, la mia scelta di vegano mi ha portato nel tempo ad eliminare (quasi) completamente il vestiario in pelle dall'abbigliamento di tutti i giorni. Nell'abbigliamento per la moto invece la pelle (bovina o di altro genere) regna sovrana. Ho trovato diverse alternative nell'abbigliamento per il mototurismo, peccato che il cuore mi ha fatto innamorare di una ZX-6R e con il tempo qualche capatina in pista potrebbe anche scapparci.
    Eccolo qui il grande dilemma: esistono alternative alla pelle nell'abbigliamento per una moto sportiva? Ad una tuta racing posso anche rinunciare, la pista per il momento è un miraggio, ma sono perfettamente consapevole (e porto già diversi segni sulla pelle grazie allo scooter) che la protezione è fondamentale, anche solo per tirare fuori la moto dal garage. Le mie attuali ricerche non hanno dato grandi risultati, per cui chiedo un aiuto a voi.
    Un lampeggio, per il momento virtuale
     
    Ultima modifica: 3 Maggio 2009
    A Utente_2698296950 piace questo elemento.
  2. nic0402

    nic0402

    Iscritto:
    1237327397
    Messaggi:
    4.038
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    il materiale in Cordura e Maxdura abbonda su internet e nei negozi, a volte anche con qualità eccellenti (e prezzi anche elevati!).
    Dal punto di vista della sicurezza non ci sono enormi differenze con la pelle, MA:
    - è meno confortevole (temperatura, elasticità, aerodinamicità, aderenza)
    - è meno conformato, quindi lascia sempre zone di 'sbatacchiamento' all'aria.
    - è meno diffuso, quindi quello di ottima qualità è difficile da trovare in Italia (cosa meno vra nei paesi più freddi, dove la sua migliore capacità di isolamento termico e la possibilità di aggiungere membrane impermeabili tipo gore-tex lo rendono molto comune)
    - è mal visto dai pristi della pista, e pertanto potrebbe essere non gradito. Mi risulta che in molti circuiti la tuta di pelle sia obblgatoria, ma qui lascio la parola a quelli più esperti di me.

    Però per strada è decisamente migliore sotto molti aspetti, oltretutto l'omologazione dei capi avviene solo per le protezioni e per le capacità di resistenza all'abrasione che sono paragonabili per pelle e tessuti specifici.

    Forse potresti prendere una tuta usata con la (magra) consolazione che nessun ulteriore animale è stato usato per fare la tua tuta? Lo dico con totale rispetto delle tue opinioni,

    Ci vediamo per strada, nic
     
    Ultima modifica: 3 Maggio 2009
    A Utente_2698296950 piace questo elemento.
  3. Flythebest

    Flythebest

    Iscritto:
    1237207309
    Messaggi:
    245
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Ciao, anch'io ho sentito che in molti circuiti si ha l'obbligo di indossare la tuta in pelle.
    Scusate se chiedo, ma non credete che possano anche esserci tute in ecopelle in alternativa alla pelle animale?
    Non sono molto pratico di queste cose, ma non vedo perchè non si possano creare tute in ecopelle?


    Lamps Flavio
     
    Ultima modifica: 3 Maggio 2009
    A Utente_2698296950 piace questo elemento.
  4. gattostanco

    gattostanco

    Iscritto:
    1237203579
    Messaggi:
    2.762
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Per fare del turismo troverai ottimi prodotti in cordura e/o altri tessuti e materiali diversissimi e molto confortevoli (anche se, IMHO, nulla è pià comodo di un completo in pelle, nella mezza stagione)

    In pista credo che ci sia solo la pelle.

    Lamps

    Giancarlo "gattostanco" Gattelli - MTS 1100 - Ravenna
    www.gattostanco.it (sito&blog)
    www.motoclubravenna.it (MCR 1903)
    www.cmfem.it (Coordinamento Motociclisti)
     
    Ultima modifica: 7 Maggio 2009
  5. onlysuzuki

    onlysuzuki

    Iscritto:
    1237401750
    Messaggi:
    152
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    In pista solo tuta di pelle (bovina o canguro che sia...) e intera (tra poco le divisibili saranno bandite da tutte le piste!).

    Per il turismo secondo me la cordura è la più indicata... :D
     
    Ultima modifica: 4 Maggio 2009
  6. dave0608

    dave0608

    Iscritto:
    1237204979
    Messaggi:
    543
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    ...che?!?
     
    Ultima modifica: 4 Maggio 2009
  7. gattostanco

    gattostanco

    Iscritto:
    1237203579
    Messaggi:
    2.762
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Io uso la cordura solo in pieno inverno (quando c'è bisogno di vestirsi con molti strati... che non riuscirei ad inserire sotto al giubbotto o ai pantaloni in pelle).
    In piena estate utilizzo pantaloni in cotone con le protezioni e giubbotto areato...

    ...ma per viaggiare, magari sulle Alpi, nelle stagioni migliori per il mototurismo, io preferisco nettamente un completo in pelle. Pantaloni e giubbotti turistici, con le loro proptezioni ma anche con le tasche e con la possibilità, per il giubbotto, di montare l'imbottitura interna.
    Io guido molto meglio, mi sento più a mio agio.
    E se piove: antipioggia. Tanto vedo che moltissimi altri motociclanti la usano anche sopra il completo in cordura, perchè non sopportano che si impregni o si raffreddi troppo con ore ed ore di acqua insistente ;)

    De gustibus 8)

    Lamps ;)

    Giancarlo "gattostanco" Gattelli - MTS 1100 - Ravenna
    www.gattostanco.it (sito&blog)
    www.motoclubravenna.it (MCR 1903)
    www.cmfem.it (Coordinamento Motociclisti)
     
    Ultima modifica: 7 Maggio 2009
  8. fabrpapp

    fabrpapp

    Iscritto:
    1237208838
    Messaggi:
    1.789
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    In effetti la tuta divisibile in pista è (sarebbe) proibita. Questo perchè la cerneira di unione dei due pezzi è un possibile punto di rottura e quindi pericoloso ai fini della sicurezza passiva.
    Se si legge il regolamento delle principali piste italiane relativo alle prove libere, si può leggere chairamente che la tuta deve essere intera ( e di pelle, altri materiali per i comuni mortali non sono ammessi).
    E' vero che spesso l'addetto al cancello lascia passare anche driver con tute divisibili, ma ho visto anche persone che sono state rispedite indietro...


    Alternative alla pelle?
    Qui il problema è che madre natura sa fare le cose meglio di quanto riescano gli animali evoluti (l'uomo...).
    La pelle non è un tessuto, perchè non ha orditura, ma si sviluppa biologicamente in modo tridimensionale (spessore e dimensioni di "pezzatura"), quindi se sottoposta a forti sollecitazioni, quali lo sfregamento su asfalto, si consuma ma non si puà sfilacciare.

    In dettaglio, non avendo una trama, non c'è un punto che si possa sfilacciare e strappare, ma si consuma e basta.

    Le tute moderne montano degli inserti in tessuto di Kevlar elasticizzato, che nella mia esperienza (sarò arrivato alla decima tuta... e non le ho mai sostituite per una questione estetica ma perchè finite!) sono i punti più deboli e soggetti a strapparsi.

    Aggiungo un consiglio per Mastemorpheus:
    il discorso pista è molto più complesso di quello che può apparire in un primo momento (mi compro la supersportiva e mi sfogo in pista):

    1. è costoso (una giornata intera a misano: 240 euro la pista, 350 per un treno di gomme, benzina, mangiare qualcosa, 700 euro non bastano!) ;
    2. è rischioso: è vero che per strada si rischia di continuo, ma non è che in pista si sia sempre sicuri; il rischio è dato dalle diverse velocità di chi gira, che possono portare a contatti disastrosi, ed alle velocità in se; se si casca a 200 orari ci si fa male (non sempre, a volte poco, a volte tanto, a volte capita il peggio);
    3. senza una esperienza consolidata sulla moto, guidare in pista non solo è rischioso, ma può essere particolarmente frustrante (si va molto più piano degli altri, magari si cerca di miglorarsi e si finisce a terra facendo danni e rischiando di farsi male);
    4. i famosi corsi di guida servono a poco, perchè in moto alla fine ci si va da soli...
    5. infine, nel tuo caso, anche il passaggio da uno scooter, seguito da un periodo senza moto per finire allo zx6r può essere poco sensato: forse non ci si rende conto ma si parla di moto che fanno da 0 a 100 kmh in 3 secondi, con circa 110 cv alla ruota... è un attimo sbagliare valutazione e ritrovarsi nei guai senza poter rimediare. Io comincerei con una moto più tranquillina, e poi valuterei la supersportiva.
     
    Ultima modifica: 5 Maggio 2009
  9. manico78

    manico78

    Iscritto:
    1241557502
    Messaggi:
    4
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Come detto da altri, la pelle ha enormi vantaggi, primo fra tutti come vestibilità e comfort. Chiaro, c'è pelle e pelle ed in alcuni casi la resistenza all'abrasione (che sarebbe uno degli aspetti vincenti della pelle) può essere ben migliore con capi completamente sintetici ed omologati secondo la normativa sull'abrasione, tipo questi, della Jofama:

    http://www.jofama.se/motorcycle_wear/products.php?lang=2&cid=5

    In particolare a "safety jacket" livello 2 della Halvarssons è omologata e resiste all'abrasione per più di 12 secondi, meglio di alcune tute.

    L'unico problema è il costo non bassissimo e soprattutto il fatto che viene importata in Italia solo da due negozi, a Ivrea ed a Roma...

    Con questi capi saresti protetto meglio di alcune tute senza usare pelle...

    Per la pista c'è poco da fare, senza tuta in pelle non ti fanno entrare.
     
    Ultima modifica: 5 Maggio 2009
  10. Morpheus

    Morpheus

    Iscritto:
    1241340876
    Messaggi:
    3
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Ringrazio tutti quanti si sono presi la pazienza di rispondere alle mie domande, in quanto di solito le motivazioni che le spingono vengono prese per assurde...
    Piccola parentesi off-topic per fabrpapp.
    Sono perfettamente consapevole che la zx6r non è una moto per me, per la mia esperienza, pari praticamente a zero, e che la pista sarà offlimits per un bel po'. Tuttavia, mai dire mai. :) Le mie erano considerazioni spassionate, dettate, come spesso accade, più dal cuore che dalla testa. La mia attuale situazione, anche economica, mi sta aiutando a preder tempo e ponderare bene la scelta della moto, e in questo rientra anche la mia domanda principale, sulle alternative alla pelle per l'abbigliamento.
    Nessun risentimento, veramente, scrivendo si riesce ad essere fraintesi spesso e volentieri: grazie per avermi ricordato aspetti importanti da valutare e soprattutto per le informazioni tecniche sull'abbiglimento.
    Tornando al thread, i prodotti dal sito Jofama sembrano molto interessanti, ma se gli importatori sono solo a Roma o in provincia di Torino, diventa unpo' difficile... Proverò a prendere contatti direttamente... Immagino sia comunque da escludere una spedizione...
    Un lampeggio, ancora virtuale :)
     
    Ultima modifica: 7 Maggio 2009
  11. fabrpapp

    fabrpapp

    Iscritto:
    1237208838
    Messaggi:
    1.789
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Tutto ok, qui si cerca solo di essere utili...
    ormai sono circa 30 anni che sto seduto sulle moto... qulache idea sul rapporto moto/driver me la sono fatta.
    Giusto ieri ho incrociato un amico che è stato un normale utente scoterista per tanti anni, poi ha comprato un bandit 600 e dopo due anni una hornet. Sarà perchè in moto fa i canonici tre mesi estivi e basta, ma ancora lo vedo ababstanza impacciato, anche se la hornet a dire suo è una bicicletta.
    Il punto è solo questo: secondo me salire per gradi è meglio; non è detto poi che una moto all'apparenza più facile di altre sia molto meno prestante e divertente. Se vai a vedere una gara della hornet cup o della gladius cup che comincerà tra poco, scoprirai che anche con certi mezzi si può andare molto forte; sicuramente meno che con un 600, ma sempre forte.
    Per usare una metafora automobilistica (orrore!!) è come se un ragazzo che ha guidato le microcar, come prima macchian seria si copra una porsche 911 (che comunque in accelarazione va sempre più piano di un 600)...
     
    Ultima modifica: 7 Maggio 2009
  12. Mmmax60

    Mmmax60

    Iscritto:
    1239885055
    Messaggi:
    3
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Perdona ma non sono assolutamente d'accordo su gli ultimi due punti.
    4. I corsi servono, eccome, soprattutto per chi non e' esperto, sia in pista dove si comincia a confrontarsi con la velocita' che su strada dove chi ha piu' esperienza puo' dare delle dritte su come comportarsi in situazioni di emergenza. Cerchiamo di sfatare il mito che ogniuno di noi ha un pezzo di Valentino nel sangue...............non e' vero e lo leggiamo tutti i lunedi' sui giornali quanti provetti riders hanno finito la propria corsa, per sempre.
    5. La moto e' passione ed emozione, se ti emoziona quella moto prendila punto e basta, i ripieghi sono solo frustrazioni e "vorrei ma non posso" basta solamente mantenere costantemente collegato il polso destro al cervello e fare esperienza gradualmente.

    Ah una cosa, questo signore e' un vegano...................quindi e' inutile cercare di convincerlo che la pelle e' meglio..............

    Ciao
     
    Ultima modifica: 7 Maggio 2009
  13. sikvestro

    sikvestro

    Iscritto:
    1239226698
    Messaggi:
    3.787
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Ciao mastermorpheus

    diciamo che abbiamo il medesimo crucio
    io sono vegetariano, ho evitato con facilità qualsiasi capo in pelle per una decine di anni (no cintura, scarpe sintetiche) ma prima per lo scooter ho dovuto cedere a scarpe impermeabili che avevano inserti in pelle e poi per la moto ho dovuto prendere guanti in pelle perchè quelli in cordura mi toglievano sensibilità (essendo la prima moto è fondamentale sentire quello che facevi ...) ora, la voglia di andare in pista sta aumentando. l'idea di concentrarmi su frenata ingresso e percorrenza senza paura di una capra sul punto di corda, un motociclista che invade, una macchina agricola che esce dai campi con spavalda noncuranza ...ecc... La cosa mi garba molto. Qui ci sono solo pistine piccole che hanno almeno il vantaggio di avere una velocità media bassa, considerazione non da poco per iniziare. Il punto? la tuta in pelle .... come fare? e siamo allo stesso punto. Facendo le opportune valutazioni da una parte sono trattenuto in quanto si parla di dare sfogo solo ad un desiderio esclusivamente ludico e questo mi trattiene molto, ma dall'altra ... vedere i granelli di asfalto che corrono veloci sotto il tuo braccio, sentire le spalle che si scaldano curva dopo curva, la posteriore che scivola leggermente quando inizi ad aprire ecc ... so ludiche ma cribbio!! Se farò il salto forse la comprerò usata come compromesso per la mia coscienza. Parliamoci seriamente, le proprietà di vestibilità e meccaniche della pelle sono ancora senza pari. Se si va in pista la scelta è la mia di pelle o quella di un "altro"? ovviamente entrambi conosciamo il peso di questa domanda ma se alla fine devo scegliere opterò per l'"altro" che però ha già dato ...

    sik
     
    Ultima modifica: 8 Maggio 2009
  14. fabrpapp

    fabrpapp

    Iscritto:
    1237208838
    Messaggi:
    1.789
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Piccolo OT: di corsi di guida in pista ne vedo da anni e (mio parere personale, sia chiaro) sono più che convinto che non servono assolutamente a nulla. Aggiungo con un pizzico di cattiveria che:
    1) non è obbligatorio andare in pista;
    2) se si ha la passione e si vuole andare in pista bastano 5 minuti 5 per sapere quali sono le bandiere prinicapli e come comportarsi di cnseguenza. In ogni caso ogni organizzaotre di prove ormai da le informazioni fodnamentali.
    3) se uno non è in grado di capire che per affrontare una curva a destra bisogna stare a sinistra nei punti di frenata, ed ha bisogno di un istruttore che glielo spieghi... beh, allora è meglio che stia a casa (e qui sono più antipatico...).

    4) se parliamo di strada, tutto quello che può informare sui rischi e sul comportamento corretto da tenere è da benedire; ma sono cose ben diverse.


    Ritornando a Morphus: figurati se lo voglio convincere a cambiare abitudini e cultura. Il problema è motlo semplice: per andare in pista è richiesta la tuta di pelle, ed allo stato attuale delle cose non esisite un materiale migliore (ne è prova il fatto che ai massimi livelli dell'uso delle tute da moto, pur avendo provato varie possibili soluzioni, le più importanti ed innovative case produttrici continuano ad usare quel materiale).
    Putroppo ci sono situazioni in cui bisogna fare delle rinunce, e questo mi sembra uno dei casi.

    Sulla scelta della moto ... beh è chairo che essendo passione è meglio scegleire ciò che ci riscalda il cuore; tuttavia basare l'approccio alla prima moto solo sul buon senso è poco sensato (scuserai il gioco di parole). Io continuo a pensare ( e qui mi aiutano i fatti, anche tristi per la verità) che un approccio per gradi è la strada migliore per soddisfare la passione in modo ragionevolmente meno a rischio.
     
    Ultima modifica: 8 Maggio 2009
  15. sikvestro

    sikvestro

    Iscritto:
    1239226698
    Messaggi:
    3.787
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Ti posso assicurare che il non mangiare proteine animali e di derivazione animale non influisce in nessun modo nella capacità di saper correttamente interpretare le caratteristiche meccaniche di Cordura, kevlar, cotone, pelle ecc.
    Essendo tali valori misurabili.

    la questione è, esiste un'alternativa a me ancora non conosciuta?
    e se oggettivamente non esiste per lui la questione è, troverò un giusto compromesso con la mia coscienza?

    io sono vegetariano ma so che la tuta integrale in pelle e la cosa migliore per andare in pista, sarei indubbiamente felice di essere smentito.

    mica siamo citrulli!! :D
     
    Ultima modifica: 8 Maggio 2009
// outbrain