SYM Symphony ST 200i

SYM Symphony ST 200i - opinioni e discussioni sul Forum di Dueruote - puoi discutere con appassionati di moto come te, iscriviti subito per partecipare ed esprimere la tua opinione!

  1. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Dopo un po' d'informazioni su alcuni modelli di altre case ho deciso di dare fiducia a questo marchio e acquistare il Synphony ST 200ì. Per mia fortuna ho la patente dal 1983 e quindi non sono soggetto a nuovi esami per l'abilitazione alla guida altrimenti penso che avrei optato per il 125 cc.

    I candidati.
    l) Peugeot Tweet EVO 151 cc a carburatore (pedalina di avviamento), è snello come potrebbe andare bene a me, forse un po' troppo, l'ho montato ma non mi ha fatto una buona impressione. Il motore per questa categoria costruito da SYM su specifica Peugeot, ma alla base è un SYM, mentre per le fasce più alte è lei stessa che li costruisce.
    Colore, nero, grigio, azzurro elettrico, bianco. Nessuno dei colori mi aggrada più di tanto, mi orientavo sul bordeaux ma ne questa ne le altre case viste lo hanno in catalogo.

    Prezzo con bauletto 2410 € 2 anni di garanzia, 1 di assistenza stradale finita questa 30 € per venirlo a prendere se sei in città.

    2) Il Kymco Agility 16+ 200i è un po' più corposo ma alla fine l'ingombro in larghezza dove c'è la marmitta è pressocché identico, circa 55 cm. Ha il bocchettone di rifornimento esterno sull'anteriore. Anche se la ruota posteriore è da 14" io che sono 1,70 m. toccavo giusto per terra ma lo sentivo leggermente alto, provato un Agility di qualche anno fa che avevano in manutenzione ma con ruota da 16" era più basso, segno che con il tempo ha perso parecchio considerando che hanno adottato la ruota da 14" sul posteriore anche per abbassarlo un po'. Colore nero, bianco, grigio chiaro opaco, anche qui c'è poco da scegliere.

    Prezzo con bauletto 2570 € 2 anni di garanzia + 3 sulle parti bagnate, quindi il motore nel suo essenziale e 2 anni di assistenza stradale,finita questa 30 € per venirlo a prendere se sei in città.

    Il SYM Symphony ST 200i che come mole è simile all'Agility 16+ ma di uno o due centimetri più contenuto. Mi ha fatto una buona impressione in prima battuta. Colore Grigio opaco, bianco e Titano, colore quest'ultimo che trovo abbastanza interessante rispetto ai soliti già menzionati.

    Prezzo con bauletto 2750 € 4 anni di garanzia e 4 anni di assistenza stradale.

    Appena l'ho visto dal vivo mi ha fatto subito una buona impressione tanto che nonostante la visione del Peugeot Tweet EVO 150 molto snello, il Kymco Agility 16+ e il nuovo Liberty 150, molto elegante, l'ho ordinato. C'è stata un po' di conflittualità con il Liberty, il colore marrone Etna è molto bello per me ma l'ABS solo sulla ruota anteriore non la reputo una scelta ottimale. Se da una parte si preserva la sicurezza sull'avantreno si preclude quella sul retrotreno, che logica c'è? O tutto o niente, il Symphony 200i è dotato di CBS (frenata combinata) che tramite un ripartitore idraulico ripartisce la frenata tra ruota anteriore e posteriore in base a come si premono le due leve del freno, per quanto mi riguarda mi trovo bene. Il sistema frenante a mio parere e molto ben
    dimensionato, sicuramente dotato di performance superiori a quelle realmente necessarie. Freno sempre con tutti e due i freni e devo dire che sul Symphony sono molto prestanti.
    Ottimo il freno motore che aiuta molto e che adottando un certo stile di guida ti permette di non frenare quasi mai, anche nel traffico cittadino.

    Le mie prime impressioni.
    Gli ammortizzatori tendono un po' al rigido viaggiando da solo, in coppia invece tende ad ammorbidirsi un peletto restando però tendente al rigido; comunque in ambo i casi mi trovo bene. Le strade dissestate (buche, tombine, cunette) si sentono tutte inutile nasconderlo. Sono alto 1,70 m e quando sono fermo se non inclino un po'il mezzo tocco fino a metà pianta del piede quindi per le persone più basse non c'è un'ottima stabilità.
    In curva si piega molto bene. Buona l'accelerazione, non penso sia il migliore ma non mi sono prodigato per accertarlo, quando apri il gas parte velocemente. Sul bagnato non l'ho ancora sperimentato.

    Buona la velocità massima che fino ad ora ho provato solo un paio di volte. Il contachilometro tende ad oltrepassare i 110 km/h, chiaramente la velocità effettiva sarà inferiore, appena le giornate si saranno scaldate ulteriormente e avrò aggiunto qualche centinaio di chilometri in più testerò la reale velocità con un'app dello smartphone che la rileva tramite GPS.

    La sella la reputo un tantino rigida, avrei preferito un imbottitura più morbida, se sui brevi percorsi non si fa sentire su quelli lunghi dai 25 km in su ti obbliga a muoverti un pò ogni tanto altrimenti ti s'indolentisce il fondoschiena, peccato perché non sarebbe costato molto renderla un tantino più morbida e comoda.

    L'indicatore del carburante composto da 6 tacche non è molto preciso, inizia a segnare la riserva indicando una tacca e lampeggiando oltre alla spia arancione anch'essa lampeggiante, se si fa rifornimento poco dopo entrano poco meno di 6 litri segno che ci sono ancora circa 2,5 litri di benzina nel serbatoio.

    Il consumi mi sembrano buoni, attualmente rilevo circa 30 km/l, ritengo però che questi miglioreranno un po' percorrendo ancora qualche centinaio di chilometri, attualmente sono di poco sotto i 500 km. Solitamente viaggio a 60 km/h di contachilometri oltrepassandoli ogni tanto fino agli 80-90 km/h, le partenze non sono sempre a razzo.

    Il motorino di avviamento fa un buon lavoro e in un istante il propulsore va in moto, a freddo e a caldo.

    Una piccola nota stonata, poco rilevante ma che mi ha lasciato un po' perplesso, si è già rotta una fascetta metallica di colore nero, ferma cavo (della sonda lambda), mi sono rivolto all'assistenza che l'ha sostituita con una fascetta in plastica ad occhiello di colore bianco. Nonostante sia in garanzia si è subito approntato un rattoppo e questa cosa qua non mi piace proprio, iniziamo subito a montare pezzi non originali e con un brutto fattore estetico visto che si vede molto bene.

    Alla velocità di 60 km/h circa lascio il manubrio e questo vibra in maniera abbastanza marcata in un'occasione invece era fermo, leggo che questo fenomeno può essere attribuito a svariati fattore quindi lo reputo "normale", quando ho chiesto spiegazioni all'assistenza mi è stato risposto che il manubrio si deve sempre tenere con due mani.

    Trovo scomodo non ci sia una posizione della chiave che accende solo il quadro in modo da verificare i chilometri o smanettare con le impostazioni; come si gira la chiave si accendono le luci (faro principale alogeno) e si aziona la pompa dell'iniezione e non è buona cosa tenerla in funzione senza mettere in moto.

    Le plastiche dell'avantreno sono un po' scricchiolanti, quando lo muovo per tirarlo fuori si avverte qualche scricchiolio, comunque non è un fattore importante per quanto mi riguarda. Durante la marcia non avverto nessuno scricchiolio se non un piccolo suono cupo proveniente dal bauletto e di cui non ho ancora compreso da dove deriva.

    Le valvole delle ruote sono perpendicolari al cerchio e questo crea un piccolo disagio quando si deve inserire l'attacco per gonfiarle, sarebbe stato preferibile dare una piccola inclinazione verso l'esterno o adottare quelle piegate.

    Il telaio non è troppo ingombrante ma snello al punto giusto secondo me, non mi piacciono gli scooteroni molto tondeggianti, non mi danno un senso di molta sicurezza sulla tenuta, saranno però più comodi e protettivi.

    In conclusione è un bello scooter con tutte le carte in regola.

    P.S.: Questa mia potrebbe essere disponibile su altri forum.

    2017Dueruotegennaio9
     
    Ultima modifica: 18 Novembre 2016
  2. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Una piccola nota stonata aggiunta è il terminale di scarico che visivamente si presenta di bell'aspetto, almeno per me, e corposo, però è in plastica, c'è solo da verificare la sua durata.
     
    Ultima modifica: 10 Aprile 2016
  3. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Oggi ho effettuato il primo lavaggio, a mano con la lancia, presso i consueti lavaggi per auto con i gettoni. Sul libretto è riportato di rimuovere tutti gli oggetti dal vano sottosella prima del lavaggio, avendo il bauletto li ho rimossi anche da li.

    Una prima lanciata con sapone per circa un minuto da una distanza di circa 50 cm, risciacquo con acqua per un altro minuto sempre dalla stessa distanza.

    Aprendo la sella all'interno del vano era presente una sola gocciolina che forse è caduta mentre l'alzavo, stessa cosa nel bauletto quindi la tenuta la reputo buona ma per sicurezza toglierò sempre gli oggetti riposti. sul fondo del vano sottosella è comunque presente un foro per far defluire l'acqua eventualmente infiltratasi. Nel bauletto invece non c'è nessun foro.
     
    Ultima modifica: 15 Aprile 2016
  4. angu1973

    angu1973

    Iscritto:
    1316704605
    Messaggi:
    8.657
    "Mi Piace" ricevuti:
    7
    Occhio a non sottovalutare troppo la lancia a pressione alcune volte fa molti danni
     
    Ultima modifica: 15 Aprile 2016
  5. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Quella de me utilizzata non aveva una pressione eccessiva e dalla distanza a cui la tenevo non mi dava l'impressione di colpire il mezzo con molta violenza, sul cruscotto e sui comandi mi allontanavo un po' di più. Qualche consiglio da parte Tua?
     
    Ultima modifica: 15 Aprile 2016
  6. angu1973

    angu1973

    Iscritto:
    1316704605
    Messaggi:
    8.657
    "Mi Piace" ricevuti:
    7
    Nulla, di non insistere troppo su strumentazione e parti elettriche sono anni che lavo auto moto e plasticoni con la lancia e fino a ora tutto ok
     
    Ultima modifica: 15 Aprile 2016
  7. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Questa mattina, complice l'auto ricoverata in officina ho provato il Symphony ST sotto secchiate d'acqua e ne ho approfittato per testare pantalone e giacca Tucano Urbano e la tenuta del casco JET della CGM.

    Alla partenza e per quasi tutto il tragitto, circa 9 chilometri l'acqua veniva giù proprio a secchiate quando poi non erano le auto in senso contrario ad aumentare la dose.

    Il Symphony ST si è comportato bene, almeno per me, le curve, chiaramente esenti da pieghe, giusto il minimo necessario, i freni li ho utilizzati solo un paio di volte e nonostante l'acqua mi sembravano prendere bene, con il freno motore riesco a modulare bene la decelerazione, vediamo quanto mi dureranno le pastiglie dei freni.

    Sotto la sella e all'interno del bauletto nessuna infiltrazione d'acqua.

    Non utilizzando il telo coprigambe, le scarpe non si sono bagnate se non per qualche goccia, ho effettuato una sola fermata ad un semaforo, in pratica niente, si sarebbero bagnate di più a piedi.

    Per quanto riguarda l'abbigliamento non una goccia mi è entrata all'interno, anche il collo è restato ermetico, stessa cosa dicasi per il casco. Sono restato solo un po' deluso perché da una delle tasche esterne, nonostante erano chiuse bene (con i bottoni a pressione) dove avevo riposto il radiocomando del garage è entrata un po' d'acqua, quindi queste non sono affidabili.
     
    Ultima modifica: 19 Aprile 2016
  8. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Riconfermo la positività del prodotto, sono a circa 900 km di percorrenza.
    Le pieghe con l'asciutto sono generose come si può osservare dalle foto dei due lati del pneumatico posteriore, c'è da dire che a destra piego meno, chissà perché; almeno constatando che è ancora presente la riga del nuovo, stessa cosa sulla ruota anteriore.

    Mi sento di segnalare che quando piego bene sento la coda che si appesantisce leggermente, penso sia dovuto al bauletto che tende a far scendere ulteriormente il retrotreno quindi quando avverto quel sintomo mi fermo, devo dire che gli pneumatici di serie hanno una buona tenuta sull'asciutto.

    In occasione di un arresto con poco spazio, lanciato quasi a manetta il mezzo non si è scomposto e i freni hanno reagito molto bene, senza sussulti o altro, gli pneumatici non hanno evidenziato mancanze di aderenza.
     

    Files Allegati:

    Ultima modifica: 6 Maggio 2016
  9. angu1973

    angu1973

    Iscritto:
    1316704605
    Messaggi:
    8.657
    "Mi Piace" ricevuti:
    7
    Per istinto le pieghe a destra sono meno angolate rispetto a quelle a sinistra perchè hai meno spazio visibile a destra e quindi per istinto tendiamo ad andare più cauti, inoltre ci sembra di andare ad urtare qualche palo o qualche muretto se ci sporgiamo troppo. Non pensarci troppo altrimenti dormi male la notte :uaua

    Circa lo scompenso che senti al posteriore sicuramente il bauletto influisce sulla stabilità del mezzo, è sempre uno scooter alla fine con tutti i limiti del caso, almeno per quanto riguarda la frenata sono stati fatti molti progressi rispetto a una volta tutto a vantaggio della sicurezza
     
    Ultima modifica: 6 Maggio 2016
  10. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Non sono tutte rose chiaramente!!
    Ogni tanto quando arresto il motore, indifferentemente se per qualche minuto o ora, quando premo l'interruttore dell'avviamento sento un clic e il motorino non gira, poi lo ripremo e parte normalmente. Sembra come se si fosse impuntato uno degli ingranagi e il primo colpetto lo fa muovere di quel poco che al secondo tentativo parte bene. Indicativamente lo fa 1 volta su 10-15 accensioni più o meno.
    Capita anche ad altri scooter?

    I poggia piedi del passeggero sono comodi e con una bella forma ma sono in plastica, vediamo quanto dureranno.
     
    Ultima modifica: 8 Maggio 2016
  11. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Questa mattina decido di prendere la tangenziale per un allungo. Sono su un tratto rettilineo, do gas dolcemente, sto per raggiungere i 120 km/h di tachimetro e mi si accende una spia rossa (Chek oil), mi prende un colpo, decelero fino a portarmi ai 60 km/h, non sento nulla di strano e mi avvio verso casa senza tirare. Al semaforo il motore gira regolare, non c'è fumo, nessun odore. Giunto in garage, metto sul cavalletto centrale, attendo qualche minuto, estraggo l'astina dell'olio, livello regolare, è al massimo, ripeto la lettura altre 6-7 volte, niente, livello al massimo. Ad un tratto mi balza un ricordo di quando lessi il libretto del Symphony, mi rileggo alcune pagine fotocopiate che tengo in garage ehh ............ Porca paletta :rolleyes: , la spia si accende ogni mille chilometri per rammentare di controllare il livello dell'olio o per il cambio, guardacaso leggo il contachilometri e segnava 1004 km :twisted:.

    Allora, premesso che sul manuale si consiglia di verificare il livello ogni 500 km, l'accendersi di una spia rossa sul quadro non è mai una bella cosa, secondo me quella spia doveva essere gialla perché il colore rosso è sempre sinonimo di evento grave che impone di fermare subito il mezzo.

    In conclusione, tenendo il quadro con la visualizzazione dei chilometri totali e premendo il tasto Set per circa 2 secondi la spia si è spenta. In settimana prenderò appuntamento per il primo tagliando, quello dei 1000 km.
     
    Ultima modifica: 15 Maggio 2016
  12. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    1° tagliando a 1023 km-, 50 € :rolleyes: . Questa mattina controllo il livello e questo è sopra la tacca del massimo di circa 1 cm., non ho parole.
     
    Ultima modifica: 17 Maggio 2016
  13. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Gli pneumatici di serie, sull'asciutto permettono pieghe ottime. Si riesce a sfruttare pienamente la ruota da 16" senza limitarsi più di tanto. Oramai è un dato di fatto per quanto mi riguarda.
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2016
  14. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Eccovi i consumi rilevati sul mio Symphony ST 200i.
    Ho tolto i primi 305 km come periodo di assestamento.
    Ho percorso 982 km con 27,1 litri per una media di 36,24 km/l
    Percorso 50% Urbano e 50% extraurbano.
    Partenze non sempre a razzo, andatura alle volte a 50 km/h altre volte 80 km/h e qualche tiratina ogni tanto. Di questi 982 km circa 100 in due persone in città.
     
    Ultima modifica: 28 Maggio 2016
  15. sat64

    sat64

    Iscritto:
    1454847203
    Messaggi:
    162
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Da qualche tempo il bauletto era diventato un po' rumoroso con la strada dissestata però cercando di muoverlo appariva fisso, le viti erano al loro posto e così mi sono detto, sarà il gioco del coperchio.

    Oggi mentre lo asciugavo con lo straccio sfioro una delle viti di fissaggio della piastra di supporto e a una pare mancare il dado e un'altra è invece allentata.

    Certo che essendo il foro che ospita il dado esagonale, per essersi perso significa che la vite si è svitata piano piano fino a farlo cadere.

    Io avrei messo un frenafiletti su queste viti considerando le molteplici vibrazioni a cui sono sottoposte. Per tirare quelle viti si deve tirare giu tutto il bauletto, stasera passerò all'assistenza e vediamo di risolvere.
     
    Ultima modifica: 22 Giugno 2016