Road Races - [ottobre2ruote11]

Road Races - [ottobre2ruote11] | Pagina 4 - opinioni e discussioni sul Forum di Dueruote - puoi discutere con appassionati di moto come te, iscriviti subito per partecipare ed esprimere la tua opinione!

  1. giudipeppe

    giudipeppe

    Iscritto:
    1274611142
    Messaggi:
    4.989
    "Mi Piace" ricevuti:
    10
    in diretta su nuvolari , prove al TT
     
    Ultima modifica: 14 Novembre 2014
  2. dragonair0307

    dragonair0307

    Iscritto:
    1237209424
    Messaggi:
    4.320
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Bella gara. Easton in fuga da subito. Bellissima lotta per il secondo gradino del podio tra Rutter e Johnston prima e Jessop poi.
    Vittoria per Easton al suo quarto successo qui a Macao, secondo Rutter che non riesce ad agguantare la nona vittoria qui al Guia e terzo posto per Jessop.
    Complimenti a tutti i piloti.

     
    Ultima modifica: 15 Novembre 2014
  3. Logan0601

    Logan0601 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1236593305
    Messaggi:
    12.477
    "Mi Piace" ricevuti:
    11
    E' già finita??

    :cry:
     
    Ultima modifica: 15 Novembre 2014
  4. dragonair0307

    dragonair0307

    Iscritto:
    1237209424
    Messaggi:
    4.320
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Eh si. 12 giri...... Però l'ho registrata.... :D Quando passi dalle parti di Verona la puoi anche rivedere
     
    Ultima modifica: 15 Novembre 2014
  5. giudipeppe

    giudipeppe

    Iscritto:
    1274611142
    Messaggi:
    4.989
    "Mi Piace" ricevuti:
    10
    Sempre emozionanti vederli girare
     
    Ultima modifica: 15 Novembre 2014
  6. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    Ieri c'è stata la 200 miglia del Mugello,partecipazione libera

    Nonostante il cattivo tempo è iniziata wet race ma finita quasi asciutta,tutti con le Rain comunque.
    Pertecipava anche il "nostro" pilota adottato dalle road races,Federico Natali su 600 col quale ci siamo complimentati personalmente,ringraziandolo per l'intervista on line

    Eccolo appena arrivato

    [​IMG]

    [​IMG]
     
    Ultima modifica: 17 Novembre 2014
  7. Logan0601

    Logan0601 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1236593305
    Messaggi:
    12.477
    "Mi Piace" ricevuti:
    11
    Bel manico, complimenti!

    Avrei voluto esserci.
     
    Ultima modifica: 17 Novembre 2014
  8. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    http://www.roadracingcore.com/

    (Foto: Luca Colombara)

    Si è appena conclusa la 48^ edizione del Macau Motorcycle Grand Prix, un’edizione davvero da pelle d’oca con una bellissima bagarre per il podio. Oggi, sabato 15 novembre, giorno in cui Macao ricorda Luis Carreira, scomparso qui proprio 2 anni fa. Dominatore assoluto dei 12 giri di gara è stato Stuart Easton, 31enne scozzese al rientro a Macao dopo tre anni di stop.

    Easton, già vincitore nel 2008, 2009 e 2010 e detentore del record del tracciato, torna al Guia Circuit in sella alla Kawasaki PBM by The Venetian e, dopo aver conquistato la pole e il warm-up di questa mattina, mette a segno una vittoria strabiliante, con oltre 14 secondi di vantaggio sugli inseguitori.

    14 secondi in una gara di 12 giri su un tracciato di 6,1 km. Un alieno. In griglia dietro di lui il “re del Guia” Michael Rutter, vincitore a Macao per ben 8 volte, quest’anno con la Milwaukee Yamaha (SMT), la stessa con cui qui corse e vinse Ian Hutchinson lo scorso anno. Terzo posto al via per Lee Johnston su Honda Pirtek East Coast Racing; terza visita a Macao per il 25enne nordirlandese (la seconda effettiva, in quanto da newcomer nel 2012 fu fermato dopo soli 10 giri dalla rottura del motore della sua Ducati).

    Allo spegnimento dei semafori, alle ore 15.30 locali (le 8.30 del mattino in Italia), scatta benissimo Easton dalla prima casella, inseguito da Lee Johnston e dal compagno di squadra Ian Hutchinson, per la prima volta su Kawasaki PBM. Rutter incappa in una pessima partenza ritrovandosi quarto. Ma ecco che arriva subito la grande delusione di questo Macau GP: alla curva Lisboa, nella prima parte del tracciato, Ian Hutchinson va lungo e perde moltissime posizioni.

    Nel corso del primo giro si delinea quindi il terzetto di testa con Stuart Easton, Lee Johnston e Michael Rutter, mentre seguono Horst Saiger e Jimmy Storrar più distaccati. Altro spavento al Melco Hairpin, questa volta per Marc Fissette, che va a sbattere contro le barriere fortunatamente senza conseguenze.

    Al termine del primo passaggio Stuart Easton ha un vantaggio di mezzo secondo su Johnston e di 9 decimi su Rutter: si preannuncerebbe una gran bagarre tra i tre, ma ben presto le cose prendono una piega diversa. Easton allunga e cerca subito di distaccare i due avversari, impegnati in una loro personale battaglia. Al terzo giro Michael Rutter passa in seconda posizione alla curva Lisboa; Lee Johnston non molla e nei tratti misti è letteralmente negli scarichi della Milwaukee Yamaha, mentre perde visibilmente in velocità.

    Alle loro spalle intanto si fanno vedere Gary Johnson e Martin Jessopp, entrambi in rimonta nel secondo gruppetto. Sempre nel corso del terzo giro Ian Hutchinson compie un secondo errore e si ritrova per terra, costretto questa volta al ritiro. Una vera delusione per Hutchy, dominatore qui al Guia lo scorso anno al suo rientro alle corse.

    Nel corso dei giri successivi Stuart Easton prende letteralmente il largo, portando il suo vantaggio a +5 al termine del quarto passaggio, +8 al termine del quinto, poi 11, 13 e così via. Il piccolo scozzese sta davvero volando e fa il vuoto dietro di sé. Mentre Johnston cerca di tenere il passo di Rutter, alle loro spalle è bagarre tra Gary Johnson (Quattro Plant Honda) e Martin Jessopp (BMW Riders Motorcycles). Tra sorpassi e controsorpassi i due si avvicinano a Rutter e Johnston. Nel frattempo si ritirano Jimmy Storrar (BMW DMR) e Paul Shoesmith, quest’ultimo vittima di una caduta nella curva lenta di Melco Hairpin, nel tentativo di evitare un altro pilota. Un pessimo Macau GP per il Team ICE Valley, che già aveva detto addio alla gara con Peter Hickman per danni irreparabili alla moto dopo l’incidente nelle qualifiche 1.

    A metà gara, mentre Easton conduce in solitaria, 13 secondi dietro di lui il duo è diventato
    un quartetto: è lotta aperta tra Rutter, Johnston, Jessopp e Johnson. In sesta posizione, più distaccato, troviamo Horst Saiger, poi John McGuinness, Steve Mercer, Dan Cooper e Roman Stamm a chiudere la top ten.

    Nonostante la velocità della sua Milwaukee Yamaha, Michael Rutter si fa cogliere di sorpresa al Melco Hairpin da Lee Johnston, che lo passa nel corso dell’ottavo giro; dietro di loro Martin Jessopp supera Gary Johnson, puntando al podio. Michael Rutter però non ci sta e alla curva Lisboa si rimette Lee alle spalle. Questa volta il piccolo nordirlandese pare dover cedere ed inizia a perdere posizioni a causa di un problema alle gomme. Alla Fisherman’s Bend viene superato da Jessopp e poco dopo anche Gary Johnson si mette davanti a lui. Mentre Lee perde terreno, un indiavolato Martin Jessopp cerca di cogliere per la terza volta il secondo posto a Macao, portandosi letteralmente addosso a Rutter.

    Alla prima curva dopo il traguardo riesce a passarlo, ma sul rettilineo successivo Michael Rutter torna davanti. Martin ci riprova al penultimo passaggio, con un sorpasso fotocopia alla stessa curva e un controsorpasso di Rutter nel tratto veloce. Le posizioni rimangono a questo punto invariate nel corso del dodicesimo ed ultimo giro.

    Il 48° Macau Motorcycle Grand Prix termina così con un dominio totale di “Rat boy” Stuart Easton, che centra la sua quarta vittoria in carriera al Guia, a coronare un lucafantastico ritorno in Cina. Un best lap di 2’26”758, comunque sempre lontano da quell’impressionante 2’23”616 che fece segnare e che resiste come record del Guia dal 2010. Dopo il traguardo Easton si gira, come a dire “dove sono finiti tutti…?”. Ben 14 secondi dopo taglia il traguardo il veterano Michael Rutter, che riesce a contenere gli attacchi di un bravissimo Martin Jessopp, sempre autore di magnifiche rimonte a Macao. Quarto posto per il beniamino locale Gary Johnson, poi Lee Johnston (eccellente nella prima parte di gara); sesto è l’austriaco Horst Saiger, settimo John McGuinness, ottavo Dan Cooper, nono Roman Stamm e decimo Stephen Thompson.

    Da sottolineare anche il ritiro di Brian McCormack (Suzuki Cookstown/BE), di Steve mercer (BMW Penz13.com) e quello di Brandon Cretu (EBR Splitlath), quest’ultimo a causa di un dritto.

    Interessante il commento post-gara di Michael Rutter, che afferma di aver “mollato” un po’ dopo i primissimi giri perchè stava colpendo un po’ troppo spesso il muro nel tentativo di spingere e raggiungere Easton…
    :D

    Rutter Jessop e Johnston

    [​IMG]

    Rutter Easton Jessop

    [​IMG]

    Classifica

    Kawasaki-Yamaha-Bmw-Honda

    [​IMG]
     
    Ultima modifica: 17 Novembre 2014
  9. ACE71

    ACE71

    Iscritto:
    1353661132
    Messaggi:
    8.128
    "Mi Piace" ricevuti:
    33
    Comunque ci ritorno....la R1 nelle road races e endurance continua a far bene...
     
    Ultima modifica: 17 Novembre 2014
  10. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    Questo articolo lo posto perchè è simbolico,c'è di tutto,succede di tutto

    Ho visto rientrare un pilota con lo stivale voltato indietro,e sinceramente ridevo con le lacrime agli occhi

    E' la sintesi del motociclismo Sportivo

    Ognuno ci trovi quello che preferisce vedere ;-)

    A novembre è difficile trovare il sole al Mugello, lo sanno bene tutti e 23 gli equipaggi, composti da due o tre piloti, che si sono iscritti per l’ultima sfida agonistica dell’anno sul tracciato toscano, la 200 miglia del Mugello. Una gara di Endurance per giunta. Ma i piloti del Team Di.Di., accompagnati dal vice campione del mondiale superbike categoria EVO, Niccolò Canepa, non si sono tirati indietro e hanno deciso di partecipare insieme a questa gara estenuante, disputata totalmente sotto la pioggia, con due equipaggi nella categoria 1000: il numero 59 composto proprio dal campione genovese in sella a una Kawasaki messa a disposizione dal Team TMF, insieme a Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus Di.Di., e Mattia Buriani. E l’equipaggio numero 71, composto unicamente dai piloti disabili Daniele Barbero, Fabio Tagliabue e Luca Raj (rispettivamente su Suzuki, BMW e Aprilia). Poco prima della partenza il primo imprevisto per l’equipaggio 59: Mattia Buriani, scivolato durante le qualifiche, non riesce a sistemare la sua Aprilia RSV 1000 per la gara, pertanto i 325 km previsti dalla gara dovranno essere affrontati solo dai due compagni di squadra Canepa e Malagoli. Nonostante la prima volta per Niccolò di una partenza in stile “Le Mans”, con la moto da una parte della griglia e il pilota dall’altra, il campione scatta dalla seconda casella portandosi subito in testa, con cinque secondi di vantaggio già nel primo giro. Conclude il suo run di 14 giri con 35 secondi di vantaggio sul secondo equipaggio composto da Fabio Massei e Dario Marchetti, rientrando ai box per farsi dare il cambio da Malagoli. Il pilota toscano, in sella a una Ducati 1098, è però costretto a rientrare dopo soli 3 giri per via del malfunzionamento del pacco frizione: da regolamento Niccolò non è potuto rientrare prima che fossero trascorsi 20 minuti, pertanto l’equipaggio si trova costretto ai box a conteggiare il tempo rimanente, mentre pian piano si vede arretrare nella classifica generale di numerose posizioni. La gara sembra finita per l’impossibilità di Malagoli di rientrare, ma il provvidenziale intervento del Team Superbike Mugello, diretto concorrente, che dà in prestito un nuovo pacco frizione da sostituire, e il Team Mezzoforte che in soli 20 minuti effettua il cambio, rimette in gioco l’equipaggio, che, grazie a una strepitosa rimonta di Canepa, riesce a concludere la gara con uno splendido quarto posto generale e di categoria. Imprevisti anche per il secondo equipaggio Di.Di.: nonostante un’ottima partenza di Fabio Tagliabue dalla diciannovesima casella, il pilota dopo pochi giri è costretto a rientrare per un problema con la visiera: essendo infatti monocolo, i raggi di sole che iniziavano a intravedersi dalle nuvole non gli permettevano una buona visibilità. Luca Raj, non aspettandosi il rientro del compagno, ha pertanto tardato l’ingresso in pista. L’imprevisto ha fatto retrocedere l’equipaggio nelle retrovie, ma grazie all’ottima confidenza sul bagnato di Raj e successivamente di Daniele Barbero, con costanza e tenacia hanno compiuto una rimonta incredibile piazzandosi ottavi assoluti, settimi di categoria. La gara viene vinta dall’equipaggio composto da Tomassoni e Pedrini, seguiti da Vittorio Iannuzzo, il papà Armando e Giovanni Sessa. Terzo gradino per Andrea Poggi e Roberto Sorrentino. Nella classe 600 a tagliare il traguardo per primo è stato l’equipaggio di Alex Sassaro e Daniel Tibaldo, seguito da Umberto Falaschi insieme a Federico Natali. A chiudere il podio Alessio Terziani e Rebecca Bianchi. E’ stata una gara estenuante e con tanti inconvenienti per i piloti Di.Di, molti dei quali alla loro prima esperienza nell’endurance: una gara dura per piloti normodotati, una sfida vera e propria per chi è portatore di una disabilità fisica. Eppure, grazie anche al talento e alla disponibilità di un campionissimo del calibro di Niccolò Canepa, questi piloti hanno dimostrato il loro valore agonistico e sportivo anche nelle gare di durata. “E’ stata l’endurance più faticosa della mia vita”, ha detto Malagoli subito dopo al termine della gara, l’unico con esperienza in questa tipologia di competizione. “Mi dispiace soprattutto per Niccolò che ha dato tutto se stesso, perché se non ci fossero stati questi due imprevisti meccanici sulle nostre moto, il podio era alla nostra portata. Ma le gare di endurance sono così. Ci tengo a fare i miei complimenti all’altro equipaggio Di.Di. composto da Daniele, Fabio e Luca che sono andati fortissimo sul bagnato e hanno concluso la gara davanti a quindici equipaggi di piloti normodotati, un risultato senza precedenti!. Ringrazio come sempre i nostri partner senza dei quali non potremmo portare avanti queste iniziative: da Stepa, al Team Mezzoforte che ha dato assistenza e moto a Niccolò, a Premier”. Si conclude così la stagione agonistica 2014 dei Di.Di., ricca di emozioni e impegni. La Onlus sta già preparando le attività future, che potrete seguire sul loro sito www.diversamentedisabili.it

    Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/11/16/200-miglia-del-mugello-pioggia-e-imprevisti-non-fermano-il-team-diversamente-disabili/
    Copyright © gonews.it

    [​IMG]

    [​IMG]

    [​IMG]
     
    Ultima modifica: 17 Novembre 2014
  11. dragonair0307

    dragonair0307

    Iscritto:
    1237209424
    Messaggi:
    4.320
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    :) e che brutte idee mi vengono :D

    Invece se qualcuno di voi ha Sky e se fosse interessato, da questa sera su AutomotoTV, se non erro canale 148, comincia la nuova serie di Sfide da bar, che quest'anno è stato girato all'isola di Man.
    Pilota di riferimento è Federico Natali.
    :-D
     
    Ultima modifica: 17 Novembre 2014
  12. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    Il pilota con il n°2 che vedevamo passare col suo bombardone dovrebbe essere Plenario Giangiorgio con la sua Cagiva Raptor ;-)

    Rebecca Bianchi (1994) e Alessio Terziani (1997) per l'equipaggio più giovane ! (beati loro :D )
     
    Ultima modifica: 17 Novembre 2014
  13. andycott

    andycott Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1237205295
    Messaggi:
    16.801
    "Mi Piace" ricevuti:
    15
    Notare, a fronte di pieghe simili, la differenza di impostazione col corpo

    [​IMG]

    NB: lo so che lì ci sono i guardrail, eh....
     
    Ultima modifica: 17 Novembre 2014
  14. dragonair0307

    dragonair0307

    Iscritto:
    1237209424
    Messaggi:
    4.320
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Per chi se la fosse persa :)


    https://www.youtube.com/watch?v=nUzAZCZV9dQ

     
    Ultima modifica: 17 Novembre 2014
  15. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    Il piccolo Easton senza rivali

    Michael le prende da papà Tony appena arrivato a casa,si è fatto scappare Easton nonostante quel missile di Yamaha,non è riuscito a staccare quel polmone di honda e ha fatto tappo a Jessop,autentica rivelazione per la rimonta.
    Rutter sei uno sfiatato ciccione bolso,visto quanta strada ti rubava Jes nelle inversioni ! :D

    Bravi tutti,emozionante a partire dal giro d'onore ;-)
     
    Ultima modifica: 17 Novembre 2014