Rieccomi qua...

Rieccomi qua... | Pagina 4 - opinioni e discussioni sul Forum di Dueruote - puoi discutere con appassionati di moto come te, iscriviti subito per partecipare ed esprimere la tua opinione!

  1. viperello0109

    viperello0109

    Iscritto:
    1238519207
    Messaggi:
    4.665
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    A Luigi abbiamo regalato due ruote ex Ducati di papà, messe sotto un carretto.
    (S'è portato via pure il carretto ;)
     

    Files Allegati:

    Ultima modifica: 13 Dicembre 2017
  2. T-Big

    T-Big

    Iscritto:
    1326290963
    Messaggi:
    6.191
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Si eh...lo immaginavo...ti ha detto che sono stato il suo ispiratore e che i testi tecnici glieli fornisco io? ;-)

    [​IMG]
     
    Ultima modifica: 14 Dicembre 2017
  3. T-Big

    T-Big

    Iscritto:
    1326290963
    Messaggi:
    6.191
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Dopo la siccità del 2017 mi sono trovato davanti ad una scelta, perciò ho venduto un mezzo d'epoca che avevo ed ho destinato la somma accantonata per il restauro, all'acquisto di attrezzature e mezzi che mi metteranno in condizioni di continuare il mio lavoro; l'alternativa era chiudere e pure così non è garantita la riuscita dell'impresa, che ci volete fare...la vita è fatta di scelte a volte coraggiose, a volte al confine con la follia. Spero di aver preso una giusta decisione.

    [​IMG]
     
    Ultima modifica: 18 Gennaio 2018
  4. andycott

    andycott Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1237205295
    Messaggi:
    16.647
    "Mi Piace" ricevuti:
    6

    In pratica cosa hai comprato (non sono pratico)?


    PS: in bocca al lupo!
     
    Ultima modifica: 18 Gennaio 2018
  5. T-Big

    T-Big

    Iscritto:
    1326290963
    Messaggi:
    6.191
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Premessa: in alcune zone dell'agro Pontino è presente una rete sotterranea di tubi che trasportano acqua ad uso irriguo proveniente da un bacino di raccolta rialzato posto sotto le montagne. Ciò per creare una pressione (6 atmosfere) da utilizzare, convenientemente ridotta a seconda degli scopi, per irrigare le varie colture. Fino all'anno scorso l'acqua non era mai mancata e chi aveva il pozzo lo usava come eventuale fonte di soccorso.
    Ebbene, nel mio caso il pozzo era servito da una pompa meccanica (verticale) azionata da un trattore che quando era stata collocata doveva servire solo pochi settori su un area ridotta e anche così era appena sufficiente per portata (800 litri al minuto) e per tempo di utilizzo (massimo una settimana).
    L'estate scorsa l'ho dovuta utilizzare, causa mancanza di acqua nella rete perchè non aveva piovuto per ben sei mesi... :-(
    Poco c'è mancato che si seccassero le piante e non avevo la frutta a causa della gelata tardiva di fine aprile sennò l'avrei comunque persa; perciò ho dovuto prendere provvedimenti.
    Devi sapere che un frutteto a kiwi, per ottimizzare pressione e distribuzione dell'irrigazione, ha bisogno di un complesso di tubi che trasportano l'acqua dal pozzo attraverso una serie uno o più filtri desabbiatori che abbattono in parte la pressione.
    [​IMG]
    L'oggetto in foto è la nuova pompa che ho acquistato, una Caprari da 20 cv e 1600 litri al minuto 15 kw abbinata ad un filtro ciclone in batteria con un altro filtro desabbiatore statico ed un filtro Netafim automatico (espelle la sabbia in eccesso da solo tramite una pressostato elettronico a contropressione).
    [​IMG]
    In pratica ho dovuto rifare da zero tutto l'impianto di irrigazione di base, con una spesa complessiva pari al costo di due utilitarie. O così o perire...
     
    Ultima modifica: 19 Gennaio 2018
  6. viperello0109

    viperello0109

    Iscritto:
    1238519207
    Messaggi:
    4.665
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    A casa mia, tra Torva e Ardea, abbiamo un pozzo artesiano di 36 metri.
    Negli anni 70 o così o niente acqua. La rete idrica l'hanno collegata tipo bel 2001 ;-)
    Mi sa che dovrò cambiare la pompa pure io, a breve...
     
    Ultima modifica: 18 Gennaio 2018
  7. saturnz70

    saturnz70

    Iscritto:
    1244030992
    Messaggi:
    3.251
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
  8. Geppox32

    Geppox32

    Iscritto:
    1310733838
    Messaggi:
    6.838
    "Mi Piace" ricevuti:
    7
    Comunque Tbig, screzi a parte (e opinioni accazzius che hai sulle moto :D ) hai il mio massimo rispetto dal punto di vista dell'impegno nel lavoro che fai
     
    Ultima modifica: 19 Gennaio 2018
  9. kitcarson0506

    kitcarson0506

    Iscritto:
    1237469163
    Messaggi:
    2.706
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Premessa
    La mia è una considerazione generale.Non ho specifiche competenze in merito
    ma abito tra i campi coltivati e osservo.
    Pur essendo convinto dell'influenza delle'attività umane sul clima non sono
    affatto convinto sulla conoscenza dei rapporti causa e effetto e quindi
    della validità di modelli che possano prevedere l'evoluzione e determinare
    comportamenti.
    C'e' da sempre in atto un processo di evoluzione climatica da ca 4 miliardi
    di anni. Attualmente il trend sembra essere un riscaldamento e una diminuzione
    di disponibilità di acqua dolce per irrigare (anche se fortunatamente sembra
    che le montagne all'orizzonte siano ben innevate).
    Le stagioni siccitose potrebbero diventare una norma.
    Mi domando se non sarebbe il caso di sperimentare nuovi tipi di coltivazioni,
    o metodi di coltivazioni, che necessitino di molta meno acqua o più attinenti
    alle caratteristiche del territorio in evoluzione.
    I metodi e i tipi di coltivazioni che vedo dal balcone sembrano sempre
    basarsi su abbondanza di acqua e di energia per incanalarla....
     
    Ultima modifica: 19 Gennaio 2018
  10. viperello0109

    viperello0109

    Iscritto:
    1238519207
    Messaggi:
    4.665
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    certo, basta affidarsi agli OGM.
    Non lo dico con retorica, bisognerebbe davvero applicare le genetica e la biologia in maniera accurata per adattare le specie alle condizioni ambientali.
     
    Ultima modifica: 19 Gennaio 2018
  11. T-Big

    T-Big

    Iscritto:
    1326290963
    Messaggi:
    6.191
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Grazie,sei molto gentile.
    Riguardo le osservazioni di Kit devo dire di aver affrontato il problema ma la soluzione presenta diverse ramificazioni.
    L'irrigazione a goccia è una delle soluzioni per risparmiare e massimizzare l'apporto di acqua alla pianta ma...essa è indicata solo per alcuni tipi di piante e terreni. Spiego, se il suolo è argilloso (come il mio) il liquido non spanderà abbastanza per arrivare a coprire tutto l'apparato radicale che in piante come il kiwi è assai esteso (un cerchio di circa 2,5 mt. di raggio); ci vuole terreno sabbioso e l'ala gocciolante (un tubo con fori calibrati e a una certa distanza gli uni dagli altri) deve essere messa in alcuni casi a contatto oppure in altri alzata dai 50 cm. circa fino anche ai 2 mt. Io la ho ma la uso per fertirrigare (40 lt. H2O x ora ogni 40 cm. di distanza). Su suolo argilloso l'acqua precipita in basso velocemente e spande poco creando asfissia e marciume radicale se usata per irrigare; nella foto dove si vede il filtro arancione, davanti c'è un flussometro a vista (il tubo trasparente conico) ed all'interno c'è un galleggiante e sul trasparente una scala graduata in litri percentuali. In base alla lettura si sa (approssimativamente) quanti litri per ora di fertilizzante liquido si da alle piante.
    Dovete sapere che una pianta di kiwi abbisogna di circa 120 litri di acqua al giorno suddivisi in due o tre frazioni (a seconda di quanto fa caldo) e non deve fare stagnazioni; ogni pianta ha due irrigatori (tipo vibro oppure a farfalla ) sui due lati (60 litri ciascuno) e i cosiddetti tendono a tapparsi spesso causa calcare e/o sabbia e/o zozzerie varie...quindi mi tocca girare col quad tra i filari in cerca di quelli che non tirano ma gli ettari sono troppi e gli irrigatori circa seimila. :shock:
    Quindi mi porto appresso mollette da bucato per contrassegnare i tubi dai quali debbo tornare poi se non ho fatto in tempo a pulirli (tutto da solo!)
    Nel frattempo può succedere che qualche tubazione principale perde...sono di plastica e sulle giunzioni rapide la tenuta a volte non fa...tenuta :D
    E allora si deve smontarla e nei tubi ci rimane un pò di acqua e ci si fa il bagno!
    ...azz azz azz...e giù a santificare i giorni... :twisted:
    Tornando al risparmio di acqua, assumendo che i litri da dare non possono essere meno di quelli...per non fare sprechi l'unica è utilizzare irrigatori a spruzzo a portata variabile ed io ho l'orgoglio di affermare di essermi mosso per primo nella mia zona; infatti dopo fitta corrispondenza col CEO di Tavlit Israele (sono i migliori insieme a Netafim in questo campo) sto aspettando dati sui Tavlit serie 861/862, irrigatori che sperimenterò per vedere se mi sarà possibile ottimizzare l'uso dell'irrigazione su terreni argillosi.
    PS: lo sapevate che la pianta del kiwi è una liana e i suoi frutti sono delle bacche?
    Coltivazioni alternative? Si ma dipende dalle zone climatiche e dai terreni, poi ragazzi...stò lavoro si fa per guadagnare qualcosa e tolte le spese che come avete visto ci sono e sono onerose, si coltiva ciò che conviene...
    Limitare il tipo di colture è una strada che già alcune regioni praticano ma qui nel Lazio è un casino. Stanno piantando tanti di quei kiwi che l'acqua non basterà più molto presto; alcuni stanno mettendo il melograno (rende meno) che è più facile da gestire e meno costoso ma il mercato di tale prodotto è più ristretto. Qualche coraggioso (o pazzo) sta mettendo il pistacchio... :shock:
     
    Ultima modifica: 19 Gennaio 2018
  12. kitcarson0506

    kitcarson0506

    Iscritto:
    1237469163
    Messaggi:
    2.706
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Grazie delle delucidazioni BigT.
    Comunque non è solo l'agricoltura che usa l'acqua.
    Ci sono processi industriali che ne consumano a bizzeffe.
    Tendenzialmente l'acqua ritorna sempre in circolo (non si
    consuma) e nelle produzioni industriali torna in circolo spesso
    inquinata. Solo i processi industriali qui sono in calo...
     
    Ultima modifica: 19 Gennaio 2018
  13. dorgan0304

    dorgan0304

    Iscritto:
    1241774062
    Messaggi:
    1.713
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
    ho un cliente imprenditore nel settore cartario che ha il sito produttivo a ridosso di ben 2 corsi d'acqua, in un o ha una grossa turbina con la quale produceva anche energia elettrica...malgrado ciò 6 anni fa ha dovuto realizzare 3 km di tubatura per andare a captare acqua in un comune vicino dove ,realizzando come compensativo l'intero impianto fognario principale di quel piccolo comune, ha potuto attingere ad acque meteoriche accumulate e poi rimesse in circolo nel settore produttivo...
     
    Ultima modifica: 19 Gennaio 2018
  14. LUMACA78

    LUMACA78

    Iscritto:
    1260725411
    Messaggi:
    1.445
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    T big..azz...leggo solo ora..mi spiace per la cessione forzata..ma come dici tu, é una questione di s elte e di obiettivi...
    Vedo con piacere che il tuo quad ti é d aiuto e ti permette di star con il manubrio tra le mani...sempre buona cosa.
    Per quanto concerne l argomento agricolturale, sai che non é il mio forte, ma su loreo alcune aziende a produzione mista (fondo medio impasto,roba che ari a 40/50 cm con bivomere montato su un 100 cv a gomma) han sperimentato la creazione di frutteti a kiwi, pera e mela stendendo un letto di telo ombreggiante messo a 1.70/2.00 mt sotto livello campagna...mahhhh...qui, con il Pò a 2 passi, l acqua non é mancata del tutto, ma il co.sorzio l ha comunque contingentata, e si sono avuti fenomeni di cuneo salino...
     
    Ultima modifica: 2 Febbraio 2018
  15. T-Big

    T-Big

    Iscritto:
    1326290963
    Messaggi:
    6.191
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Mi ha alleviato molto la fatica e velocizzato la manutenzione:

    [​IMG]

    [​IMG]

    Opppsss...queste sono del T-Big aviatore...

    [​IMG]

    [​IMG]

    Col terreno che ho io non può funzionare,già chiesto...
    Lo hanno fatto anche qui ma a chi stava all'estremità della condotta (come me) gli arrivava parecchie ore dopo l'apertura,per un tempo insufficiente,con pressione insufficiente (1 ate contro i 4 ate di esercizio) e sporca lurida di fango,sassi e pezzi di pesci morti...
    All'uscita del mio pozzo a fine stagione irrigua (5 mesi) stava a 950 ms/cm e
    dovrebbe stare sotto a 400.
     
    Ultima modifica: 3 Febbraio 2018