[Provata] Yamaha Tracer 700

[Provata] Yamaha Tracer 700 - opinioni e discussioni sul Forum di Dueruote - puoi discutere con appassionati di moto come te, iscriviti subito per partecipare ed esprimere la tua opinione!

  1. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Quando vidi la XSR 700 in foto per la prima volta mi prese un mezzo infarto per lo spavento. La giudicavo brutta, bruttissima, urenda, un’accozzaglia di pezzi messi li per caso. Era pure grigio sorcio. Il top. Il colpo di grazia, quella moto, lo ebbe quando lessi che era usata come base per molte spinte customizzazioni in senso vintage. Persi completamente d’interesse, ma non sapevo che più il tempo passava e più il tarlo della Yamachina lavorava piano piano dentro la mia testa (trovando tanto spazio) finchè la vidi in vetrina con il serbatoio giallo stile anni ’80… pian piano mi accorsi di volerla provare per soddisfare la curiosità, e fu così che telefonai al Centauro Dorico per fissare una prova.
    Purtroppo la XSR non era disponibile per un test, ma lo era la Tracer 700, che monta lo stesso motore.
    Detto fatto, sul tardi vado in concessionaria, sbrigo le formalità burocratiche e in quattro e quattr’otto mi trovo davanti alla moto.

    Yamaha dichiara che è una sport touring, ma a me questa definizione non convince, anche se non ho le competenze per spiegare bene il perché. A naso mi sembra più touring che sport, e visto che non mi sono mai appassionato a questo genere di moto non mi soffermerò a giudicarne l’estetica, salvo dire che nel complesso mi è sembrata una moto piacevole, assolutamente ben fatta e molto curata, senza accostamenti anomali.

    Salgo in sella, pensando di dover fare chissà quali acrobazie in virtù della mia tappaggine, ma in realtà salgo senza problemi e riesco a mettere bene il piede a terra. I comandi al manubrio sono scarni ma ben fatti: a sinistra luci, frecce e clacson, forse troppo vicini questi due tasti, e a destra avviamento e quattro frecce. L’unico strumento digitale comprende orologio, km percorsi, contamarcia, contachilometri e contagiri; in basso ci sono le spie di servizio, molto piccoline. Non ho mai fatto fatica a leggere lo strumento – alle spie non ho fatto gran caso – anche se forse è messo un po’ troppo in basso per me. Tuttavia si legge bene, anche sotto il sole.

    Il minimo si attesta poco sopra i 1.000 giri ed ha una voce molto piacevole, mi aspettavo un miagolio da lavatrice e invece scoprirò che la tonalità di scarico incontra i miei gusti, contribuisce a dare carattere alla moto. La posizione in sella è molto comoda, il busto leggermente inclinato in avanti e le braccia un pochino flesse; mi è sembrata un po’ strana la posizione delle gambe perché entrambe erano un po’ rannicchiate e la sinistra aperta verso l’esterno. Complici forse anche i pantaloni nuovi acquistati ieri, nelle curve, dopo un po’, ho rinunciato ad usare le gambe, perchè comunque più di tanto non riuscivo, limitandomi a premere sulle pedane quando necessario. Tutti i comandi, gas, frizione, cambio e freni, sono molto morbidi; il cambio mi è sembrato non eccessivamente duro anche se, raramente, poco preciso. Sorpresa per il pedale del freno, davvero molto corto per me, ma anche qui è questione di… misure.

    Arrivato al cancello del concessionario ho una prima impressione: questa moto è un giocattolino. Arrivato alla prima curva, benchè fatta a velocità cittadina, ho la seconda impressione: questa moto ha un retrotreno che mi infonde molta fiducia. Percorro così i pochi chilometri che mi separano dalla pista del collaudo, la conosciutissima Coneroring, e lì, complice anche il traffico pressochè inesistente – almeno all’andata – comincio a srotolare il gas prendendo sempre più confidenza.

    Al primo curvone una sorpresa: a metà curva il manubrio comincia a dondolarmi tra le mani, come se oscillasse. Penso di aver preso un sasso non visto, ma mi pare strano; infatti il fenomeno si ripete alla curva successiva, rendendomi molto sospettoso nei confronti dell’avantreno e, ciononostante, ancora una terza volta (al ritorno, dove era capitato la prima). A parte questo la ciclistica mi è parsa sana, il freno anteriore risulta davvero potente ed anche il posteriore contribuisce ad infondere un senso di sicurezza, mi son potuto fidare dei freni insomma.

    Le marce entrano agevolmente ed il motore accetta anche qualche ripresa dal minimo, ma non è il suo mestiere. Conviene usare il cambio, che tra l’altro mi diverte anche di più. L’erogazione è generalmente lineare a tutti i regimi, anche se mi è parso che ci fosse un piccolo buco a cavallo dei 3 e 4.000 giri, ma forse è solo un’impressione, non avendo un grafico sottomano. Tuttavia il motore comincia a spingere con regolarità assoluta a partire dai 4.500 giri fino a passare i 10.000, e forse ne ha ancora, non ho controllato.

    Ho pensato più che altro a godermi questa bella moto tra le curve, tenendo un passo che mi ha gratificato non poco. I sorpassi si fanno velocemente e senza pensarci, le curve passano via veloci e senza troppo togliere il gas.

    In definitiva della Tracer non mi sono piaciute molto la scarsa lunghezza della leva freno posteriore, la posizione un po’ stramba della gamba sinistra (ma qui forse è questione di abitudine) e le pedane che sono proprio in mezzo ai piedi quando c’è da fare una manovra da fermo. Soprattutto mi ha fatto scattare un campanello d’allarme l’avantreno, che a parte i potenti dischi anteriori non mi ha ispirato una grandissima fiducia.

    Tuttavia, per come vado io in moto, la ciclistica è più che sufficiente, e mi è piaciuto tantissimo proprio il retrotreno, che mi ha dato l’impressione di tollerare tutto quel che potessi dargli (anche se una volta la ruota ha pattinato); inoltre mi è piaciuto il motore che è un connubio tra l’”elettricità”, per me un po’ anonima, di molti motori moderni ed il carattere di alcune moto un po’ più datate. Di fatto mi ha regalato un passo autostradale, il tutto accompagnato da una sensazione persistente di grande sicurezza.

    Insomma pareva che io e la Tracer fossimo amici da una vita, anche se questa tra l’altro è solo la seconda Yamaha che guido, e la prima non fa testo. Mi è parsa una moto con un bel caratterino, nel complesso divertente e dal motore brillante; da rivedere l’anteriore, se non ho preso una cantonata. Chissà come mi troverei con la seduta della XSR…

    Grazie al Centauro Dorico di Ancona per la gentile disponibilità! A presto!

    [​IMG]
    (la foto è venuta azzurra… non so perché… kakki vostri)

    PS: Nota sull'autonomia: domenica scorsa il Centauro Dorico era in pieni Open Days, con le Tracer in prova. La mia aveva 325 km e due tacche di benzina, quando sono tornato i km erano 364 e la tacca una. A quanto pare, con un pieno si fanno almeno 360 km, secondo Yamaha almeno 395; per me sono numeri molto buoni.

     
    Ultima modifica: 31 Marzo 2017
  2. Fugit

    Fugit

    Iscritto:
    1237213150
    Messaggi:
    3.373
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Bella prova, volevo guidarla anche io l'anno scorso, ma poi non ce l'ho fatta!
     
    Ultima modifica: 31 Marzo 2017
  3. sansan0501

    sansan0501

    Iscritto:
    1243004486
    Messaggi:
    1.222
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Il viraggio azzurro è la cosa migliore della foto :D
    Non parliamo poi della prova! Manubrio che "dondola", macchevorrdì??? A che velocità, eppoi a velocità costante, aumento, diminuzione, innescato da cosa???



































    :tongue :uaua :tongue
     
    Ultima modifica: 31 Marzo 2017
  4. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    Vedi che qualcosa è arrivato in codesta zucca vuota ! :D

    Se leggi la prova di Padovani ti spiega il perchè

    Baricentro
    Manubrio su supporti elastici

    In poche parole è seduta sul posteriore
    Di conseguenza impedisce di caricare l'avantreno che fa un pò quello che gli pare,spesso per l'aumentare dell'avancorsa "shymmia" con l'aiuto degli smorzatori di vibrazione ;-)
     
    Ultima modifica: 31 Marzo 2017
  5. sansan0501

    sansan0501

    Iscritto:
    1243004486
    Messaggi:
    1.222
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Se si leggono le prove di diversi megatester sui principali giornali/blog si trova:
    - per alcuni va tutto bene
    - alcuni dicono freni OK, altri non tanto
    - metà dice più stabile della MT07 per forcellone allungato e sospensione posteriore più sostenuta, gli altri dicono che quella sospensione dà colpi secchi, è scomoda (potrebbero essere le solite due facce)
    - alcuni criticano le Michelin di primo equipaggiamento
    - alcuni dicono che il motore è un po' fiacco, per altri va benissimo
    - non si parla di dondolamenti

    Riassunto: sempre meglio provarsele da se :D
     
    Ultima modifica: 31 Marzo 2017
  6. piccolodiavolo

    piccolodiavolo

    Iscritto:
    1375350864
    Messaggi:
    60
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Mi sa che vado a provarla. Anche se mi ispira di più provare il VStrom. Va bè le provo tutte e due. Ma visto che ci devo uscire ad Alghero ( 40 Km ) per provarle, mi organizzo da presto e già che ci sono provo anche la 1090 ADV da 21" se riesco :-D .
     
    Ultima modifica: 31 Marzo 2017
  7. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Entonses non ho detto una cagata? Grazie Franco, non sapevo della prova di Padovani, me la vado a leggere :birra: :birra:
    Comunque Fugit provala, è divertente :thumbup:
    E poi recensisci eeeeh! ;-)

    Il movimento che mi ha fatto il manubrio tra le mani posso descrivervelo come se io, volontariamente, in mezzo alla curva avessi mosso il manubrio di pochi centimetri (forse millimetri, ma questo aumenta con la velocità) a destra e a sinistra.
    Come se avessi il Parkinson alle mani insomma.
    Mi ci ha fatto solo 3 volte e, di queste, due nella stessa curva, una volta all'andata e una volta al ritorno, nonostante al ritorno fossi preparato allo scherzetto.

    La velocità era alta rispetto al limite di quella strada ma non alta in assoluto; inoltre, ho fatto curve più veloci senza che il manubrio si spostasse di un capello.


    La foto è azzurra perchè io e lo smartphone siamo due entità distinte e ognuno fa un pò quel che gli pare :D
     
    Ultima modifica: 31 Marzo 2017
  8. ACE71

    ACE71

    Iscritto:
    1353661132
    Messaggi:
    8.128
    "Mi Piace" ricevuti:
    33
    Basta allenatore la presa sul manubrio in questi casi.
     
    Ultima modifica: 31 Marzo 2017
  9. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Aaaah vedi..... io non mi ricordo se ho stretto di meno le manopole, mi ricordo solo che, la prima volta che mi ci ha fatto, ho rallentato e raddrizzato un pò la moto.... non me l'aspettavo che facesse così :oops:

    Grazie del consiglio Ace, prezioso come sempre! :thumbup:
     
    Ultima modifica: 31 Marzo 2017
  10. sansan0501

    sansan0501

    Iscritto:
    1243004486
    Messaggi:
    1.222
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Verso Poglina o Scala Piccada?
     
    Ultima modifica: 31 Marzo 2017
  11. piccolodiavolo

    piccolodiavolo

    Iscritto:
    1375350864
    Messaggi:
    60
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Preferisco Poglina, vabè se riesco me le tiro tutte e due. :-D :p
     
    Ultima modifica: 1 Aprile 2017
  12. zeljko

    zeljko

    Iscritto:
    1262392589
    Messaggi:
    13.284
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Solo 3 volte, però! Buono, no? :lol:
     
    Ultima modifica: 1 Aprile 2017
  13. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    :D Addirittura senza capottarmi!
    E anche stavolta non tiro fuori una lira!! :happy
     
    Ultima modifica: 1 Aprile 2017
  14. sansan0501

    sansan0501

    Iscritto:
    1243004486
    Messaggi:
    1.222
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Una sbacchettata ogni tanto è utile.
    Ti sveglia dall'abbiocco ed è utile per la sicurezza, chè ti fa andare piano :D
     
    Ultima modifica: 1 Aprile 2017
  15. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Scusate raga, quindi.... se ho ben capito....... in questo caso, la moto ha sbacchettato perchè il peso non è ben bilanciato tra anteriore e posteriore?
    Come diceva uncle Calix...... la moto ha un avantreno più "alleggerito"?
    E come si può risolvere?
    Io un'idea forse ce l'avrei, ma prima di fare una figura prooooprio del kazzzz.... chiederei agli Esperti :D
     
    Ultima modifica: 1 Aprile 2017