[Provata] Mash 75 (era: Primo contatto con... le MASH!)

[Provata] Mash 75 (era: Primo contatto con... le MASH!) - opinioni e discussioni sul Forum di Dueruote - puoi discutere con appassionati di moto come te, iscriviti subito per partecipare ed esprimere la tua opinione!

  1. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    La prova:
    Ciao raga, allora aggiorniamo questa discussione al 10 Giugno.... sono appena tornato dal concessionario, che gentilmente mi ha concesso di provare la Mash 75... quindi di seguito ecco le mie impressioni e, più sotto ancora, le impressioni di quando vidi per la prima volta questa moto. Iniziamo!

    Dopo aver visto dal vivo le Mash, sono andato sul loro sito a cercare un concessionario che ne avesse qualcuna disponibile alla prova, trovando il numero di Latini Moto a Senigallia. Anziché chiamare ci vado direttamente, era Martedì ed essendo il titolare assente lascio il mio numero ad una dipendente. Nel pomeriggio il titolare mi chiama e fissiamo la prova di lì a due giorni – slitterà poi ad oggi a causa delle piogge violente di questi giorni.

    Insomma, oggi vado dal conce, firmo le solite carte, poi Luca mi spiega i facilissimi comandi e… sono in sella! La seduta è quanto mai semplice, la sellona è accogliente ed i due gusci in gomma sul serbatoio sono più che un semplice vezzo estetico: permettono di poggiare le ginocchia tenendole in asse con i piedi. Le pedane sono piccole ma non scomode ed è molto facile raggiungere le leve del cambio e del freno. Inizialmente sono un po’ disorientato dalle ridotte dimensioni della leva del cambio, perché sono abituato al generoso bilanciere della California, ma tempo qualche centinaia di metri ed “imparo” subito dove si trova. Le braccia si allungano in posizione naturale sul manubrio, così che il busto risulta leggermente piegato in avanti. I comandi al manubrio sono tutti lì, luci, frecce e clacson sulla sinistra, accensione sulla destra. Si parte regolando la levetta dell’aria sul carburatore, sfrizionando e… dando parecchio gas!

    Vado e... macchè... ma pork.... come 20...... solo 20!??! ah no aspe 25... 30.... madonna che cesso sto motorino, vado più veloce a piedi...... poi mi accorgo che lo strumento ha la scala dei chilometri grigio scuro, la scala delle miglia in bianco.... su fondo nero... insomma stavo guardando le miglia :oops: Vabbè!

    In effetti bisogna essere molto decisi con i comandi di gas e freno posteriore. In prima, seconda e terza marcia la moto è uguale identica ad uno scooter come la mia Vespa LX150, ne condivide pregi e difetti: la guida è molto semplice e non offre alcuna emozione. Poi metto la quarta, la quinta, giro tutta la manopola del gas e la piccola Mash rileva un carattere da motocicletta che la Vespa non ha. Oserei quasi dire che il piccolo motore ha una “schiena” di coppia laddove il motore Piaggio “mura”. Davvero una sensazione piacevole, starei in queste due marce tutto il giorno se non fosse che sono in mezzo al traffico, in piena città, e devo cambiare frequentemente.

    Questo contesto, che immagino sia quello in cui la piccola Mash è stata concepita per lavorare nel 90% del tempo, mi consente di valutare quelle caratteristiche per la quale considero la 75 un’alternativa allo scooter. Le ruote alte, le sospensioni e, soprattutto, la sella generosa assorbono le grosse buche molto meglio di quanto faccia la mia Vespa. La frenata posteriore della Mash è incredibilmente evanescente, la leva è molto spugnosa – seppur migliori leggermente con l’uso, diventando più incisiva – mentre la frenata anteriore è migliore di quella della Vespa, e non ho notato sintomi di affondamento della forcella. L’accelerazione è grossomodo uguale nei due veicoli, che tra l’altro hanno la stessa potenza e pesano più o meno uguale, con un leggero svantaggio per la Mash, che paga il cambio a marce. La capacità di carico sembrerebbe a vantaggio della Vespa, che dispone del vano sottosella, della pedana e del retroscudo, ma tra gli accessori della 75 è presente un portapacchi che può assolvere bene a quelle funzioni. Comodità di parcheggio e manovrabilità sono comuni ad entrambe, con l’ovvia differenza che mentre la Vespa permette una maggiore protezione alle gambe, la Mash consente una condotta più facile e sicura. Dove la Mash batosta sonoramente la mia Vespa è nell’accessibilità meccanica, un esempio? Per cambiare la candela sulla Vespa devo alzare la sella e togliere il vano sottosella, svitandolo dalla piastra della batteria. Per cambiare la candela alla Mash mi basta prendere la chiave e inginocchiarmi accanto alla moto. Stesso discorso per quel che riguarda i vari cavi dei comandi, insomma per i miei gusti avere un motore a portata di mano ed una meccanica semplice è un valore aggiunto.

    Ma insomma, fin qui i discorsi da burocrate, ma questa Mash è divertente? Bè, certamente ha carattere: anonima nelle prime tre marce, motocicletta nelle ultime due. In curva pare che debba cadere, ma – di nuovo – colpa mia che sono abituato a gestire il peso della California: ovviamente una moto che pesa meno della metà scende in piega il doppio più facilmente! In città non ho potuto provare chissà che pieghe, ma così a naso mi immagino che vada meglio della Vespa, non fosse che per la seduta da moto e le ruote di maggior diametro. Insomma, mentre girellavo in quarta e quinta intorno al concessionario, mi pareva di essere su una Thruxton in miniatura!

    E poi c’è tutto il contorno, che esula dalla moto in sé ma che io reputo sempre importante. Innanzitutto, la rete di assistenza Mash è in crescita, almeno per quel che riguarda le Marche: sul sito Mash sono apparsi due nuovi concessionari nel giro di una settimana. Secondariamente, i cataloghi della Casa denotano la fiducia riposta in questo tipo di moto: ci sono parecchi accessori e c’è già una linea di abbigliamento dedicata. Tra le varie versioni, la 75 (125cc) è quella che sta vendendo meglio, e personalmente ribadisco sia la mia preferita perché, esteticamente, è proporzionata laddove le sorelle maggiori di 250 e 400cc si perdono in alcuni particolari. I motori 125 e 250 sono gli stessi della Suzuki Van Van, carburatore a parte, mentre il motore della 400 è quello della Honda XR.

    Insomma, secondo me alla Mash sono stati furbi: motori affidabili ma datati, quindi economici da produrre a scapito delle prestazioni, messi su una moto dalle linee che vanno di moda adesso ed assemblate in Cina per ridurre i costi. Tutto questo consente di portarsi a casa una 125 a meno di 3.000 Euro, un prezzo che a me sembra concorrenziale anche rispetto a molti scooter. Fosse uscita quando avevo 16 anni io, ora la mia Mash 75 avrebbe parecchie decine di migliaia di km!

    Grazie a Luca ed Elisa della concessionaria Latini Moto di Senigallia (AN) per la disponibilità e cortesia!

    [​IMG]

    L'antefatto:
    Ciao raga,
    sono appena tornato a casa da un giro in moto, mentre rientravo verso la città pensavo alle possibili candidate future che potrebbero affiancare la California tra pochi mesi... ho ristretto il campo a tre Ducati e mentre guidavo mi è venuto in mente che di una di queste, la Monster, ce n'era una usata fino a non molto tempo fa presso il concessionario multimarca di Ancona.

    Così vado al concessionario e, mannaggia, quella Monster lì l'ha venduta la scorsa settimana, peccato, avrei voluto provare a sedermici su, girarle attorno, fantasticarci un pò (l'attesa del piacere è essa stessa piacere, bam :D ).

    Pazienza, girello tra varie moto tutte belle, pure quei cessi di GS, poi tra Aprilia e Puzzi e alle spalle di Yakakka mi si para davanti una robina... una robina... mai vista, ma che cacchio di moto è!?

    Mi avvicino sornione e scopro che si tratta di una Mash, la 75, finalmente ne vedo una dal vivo! E' una 125 para para ad una Bonneville, oddio non so se sia proprio identica in tutti i particolari (probabile), ma certamente è stata fatta per ricordare una Bonneville. Ha il serbatoio bicolore, biancorosso (Ancona alè!) e sorpresa, una sella molto generosa e apparentemente comodosa.

    La guardo incuriosito da tutte le angolazioni: ma guarda, guaaaardaaaaa ha il pedale del freno paro paro come quello delle Yamaha 50 da corsa del 1980! C'è pure il contenitore delle orine eeeeeeh volevo dire il barattolino del liquido freni... un pò vicino alla pedana passeggero, speriamo che non me lo prenda a calci... cariiinooo!!!! E il freno? Ah tutti e due a disco, davanti e dietro (davanti ce n'è uno solo). E dall'altra parte? Bè dall'altra parte è una figata, il filo della frizione sul carter proprio sotto il carburatore, facilissimo da regolare ed eventualmente sostituire e molto caruccio da veder lavorare (per me!), poi il carburatore... con la levetta dell'aria!! Grossomodo come sulla Cimatti! E il rubinettino della benza noooo troppo figa sta moto!
    Il tappo del carburante? Sulla destra, come sulla Thruxton, sposti uno sportellino a destra ed ecco la serratura, roba da moto grosse! Poi c'è il contachilometri in miglia e chilometri che integra un piccolo display digitale... le varie lucine delle frecce e le spie e tutto a portata di dita.... carino carino!

    Capo mi ci posso sedere? siiiii dunque la sella è comoda.... i fianchetti toccano le cosce ma non mi pare una scomodità, anzi aumenta l'impressione che si tratti di una moto "da grandi"... la seduta è naturale e la levona supervintage del freno dietro affonda abbondantemente.......

    E quell'altre due moto che roba è!? una 400cc, la Scrambler... e la 250cc...... bè la Scrambler non mi piace proprio, alcune cose sottodimensionate rispetto all'aumentata cubatura... inoltre ha la sella più striminzita.
    Lo stesso si può dire della 250 con l'aggravante di alcuni particolari economici, tipo i fianchetti da cui si vede la batteria (da davanti) e le pedane non proprio ben fatte.
    Buono l'avviamento a pedale sulla 400, una cagata in my horny opinion il doppio scarico che fa sembrare il motore un bicilindrico quando non lo è.

    Insomma la 125 mi è parsa la più simpatica delle tre, perchè più "sincera": è una piccola motoretta ben proporzionata, senza fronzoli ed essenziale; addirittura spartana nella meccanica il che, per i miei gusti, è quanto di meglio si possa volere. Le altre due "si danno un tono" che così, a vista, non è giustificato.

    Poi magari chissà quanto sono più divertenti da provare, ma ad un esame statico l'impressione che ho avuto è questa.
    Da provare: il motore mi sembra sia la copia stracopiata dei Suzuki degli anni '80 quindi, se copiato bene, andrà bene. Certo non ha manco 12 cavalli. Ma chissenefrega. Piuttosto già ho sgamato tutti gli adesivi, davvero brutti a vedersi, ma che problema c'è, tanto ci metto su quelli della O.Me.G.A.
    E un cupolino.
    E tolgo il paracatena che fa più racing.
    E sbucazzo tutte le leve per guadagnare peso.

    :D
    Insomma questa motoretta da 2700 euro nuova ha passato l'esame visivo, adesso vediamo un pò se mi riesce di provarne una nei prossimi giorni...
    come alternativa allo scooter non mi pare male, se fosse esistita quando avevo 16 anni probabilmente ne avrei tuttora una in garage da allora :thumbup:
     
    Ultima modifica: 10 Giugno 2016
  2. skylineGTR

    skylineGTR

    Iscritto:
    1346237361
    Messaggi:
    2.184
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    le importano a pochi km da casa mia...

    niente di che le solite cinesate... ma sono molto carine, e per sgusciare in città vanno più che bene! sicuramente anche considerando il costo sono mezzi davvero validi, uno scooter è per molti versi più pratico ma queste secondo me hanno anche meno manutenzione (cinghia, rulli etc...)

     
    Ultima modifica: 24 Maggio 2016
  3. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    Va spostato il topic nel "la catorcite" :D
     
    Ultima modifica: 24 Maggio 2016
  4. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    intanto già ho beccato un paio di conce che le fanno provare :p

    Spero le 125...... questa settimana non posso ma la prossimaaaaa........ :D
     
    Ultima modifica: 24 Maggio 2016
  5. calus

    calus

    Iscritto:
    1251369649
    Messaggi:
    6.096
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    forcelle da venerdi 13...

    nono...non fa per me..
     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016
  6. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    perchè calus :?:

    (mi sfugge qualcosa, sono ignIorante :D )
     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016
  7. calus

    calus

    Iscritto:
    1251369649
    Messaggi:
    6.096
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    mi ci sono seduto sopra...affondano che e'una bellezza ste moto. Immagino su un panic stop o sullo sconnesso.

    Troppa economia non giova alla sicurezza o al piacere di guida. Poi molto carine lo sono, innegabile.

    Fattici un giro poi smentiscimi :)
     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016
  8. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    ecco vedi

    io avevo paura di scriverlo perchè dico..... dai... ti pare che affonda da zero kmh?
    Ma la sensazione è stata quella, pure da fermo :D

    vedremo, vedremo!
     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016
  9. mostronovecento

    mostronovecento

    Iscritto:
    1237302847
    Messaggi:
    5.629
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Bè, nascono per un pubblico principalmente 16enne...e a quell'età difficilmente si ha un peso in grado di mettere in crisi una forcella.
    Poi certo, piacciono anche agli adulti "motociclisti di ritorno" o "automobilisti che non vogliono far coda", che la scelgono per il prezzo basso, l'aspetto che non intimorisce e la praticità...ma hanno un po' più di panzetta e quindi la forcella cede...

    Ciauz

    P.S. poi ci sono io che peso come due sedicenni :shock:
     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016
  10. tinglemustdie

    tinglemustdie

    Iscritto:
    1367850933
    Messaggi:
    896
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Beh però costando poco si dovrebbe affrontare facilmente il cambio di una molla prima ancora di uscire dalla concessionaria, o almeno metterla in conto no?

    @mostro ma quindi pesi quanto un 32enne? :lol:
     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016
  11. fabrpapp

    fabrpapp

    Iscritto:
    1237208838
    Messaggi:
    1.789
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Io non spenderei mai 2700 euro per una moto nuova di dubbia qualità e funzionalità.

    Con quei soldi mi metto a cercare un buon usato di case conosciute, almeno so già in partenza cosa aspettarmi anche dal punto di vista della affidabilità e difettosità.

    Tra l'altro, se mi stufo ho comunque al possibilità di recuperare una buona parte del valore residuo, mentre un nuovo di questo tipo mi pare difficile rivenderlo senza fare un relativo bagno di sangue.

    In questi giorni ho dato una sistemata ad un Monster Dark 600. Non è un missile terra terra, ma a questo amico è costata poco più di 1000 euro, e da guidare è sicuramente appagante.
    L'unica cosa che farei è avere il manubrio un poco più alto, ci starei più comodo nella guida in relax.
     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016
  12. Mastic

    Mastic

    Iscritto:
    1237220642
    Messaggi:
    5.766
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Se puoi rinunciare alla praticità dello scooter, Suzuki TU250 tutta la vita (a trovarlo)
    45 km/l, manutenzione zero, indistruttibile. Ce l'hanno un paio di persone che conosco
     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016
  13. macskywalker

    macskywalker

    Iscritto:
    1237456621
    Messaggi:
    10.561
    "Mi Piace" ricevuti:
    2
    il concetto è lo stesso di altri esempi.... bonneville, royal enfield, v7, scrambler .... per citarne qualcuna.

    l'immagine è l'obbiettivo fondamentale. il resto poi viene declinato più o meno bene a seconda del posizionamento di prezzo e di mercato.

    ovvio che ducati non possa proporre a 9000 un catorcio imbarazzante. lo devono pur parcheggiare vicino alle 1299 in concessionario.

    ma se il marchio non è ingombrante e il prezzo è basso ... ci stanno anche le mash, che costano poco, non pochissimo, ma poco.
    siamo sui 2500 su strada la 125, 3500 la 250 e 4500 le 400/500.... al netto di sconti senza permuta.

    certo una yamaha ybr 250 non costa di più e magari è qualitativamente migliore. ma è brutta, fuori tempo. in italia ne hanno vendute tre. perchè a nessuno piace comparsi un prododtto dall'immagine sportiva se poi sportiva non è.
    queste invece con l'immagine ci prendono... e quindi vendono.


     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016
  14. mostronovecento

    mostronovecento

    Iscritto:
    1237302847
    Messaggi:
    5.629
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Vendono (perlomeno la 125) anche per il fatto che non è strettamente necessaria la patente specifica...

    Lavori in banca/assicurazione/ufficio marketing/quellochevuoi in centro a Milano?
    Hai la macchina ma muoversi è un delirio? I mezzi pubblici sono incasinati?

    Con i soldi della crociera ai Caraibi quest'anno mi faccio la motina che è pure figa, consuma'n'cazzo e non mi fa paura...

    Ciauz

    P.S. anche perchè a girare in giacca e cravatta, calzino corto e scarpe lucide a punta quadra con con la Duke 125 ti prendono per il culo :rolleyes:
     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016
  15. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Qualsiasi cosa si compri con i soldi di una crociera varrà sempre enormemente di più della crociera.
     
    Ultima modifica: 25 Maggio 2016