L'Italia, a volte fa grandi cose, a volte no

L'Italia, a volte fa grandi cose, a volte no | Pagina 6 - opinioni e discussioni sul Forum di Dueruote - puoi discutere con appassionati di moto come te, iscriviti subito per partecipare ed esprimere la tua opinione!

  1. Geo

    Geo

    Iscritto:
    1297937672
    Messaggi:
    6.306
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Scusami, non per farmi i cazzi tuoi ma tu che lavoro fai ed in che settore?
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  2. T-Big

    T-Big

    Iscritto:
    1326290963
    Messaggi:
    6.196
    "Mi Piace" ricevuti:
    2
    Prodotti da chi ma soprattutto dove..? :twisted:
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  3. Grattaballe

    Grattaballe

    Iscritto:
    1264102114
    Messaggi:
    4.343
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Secondo me tutti, chi più chi meno fanno cose eccelse e meno eccelse. la differenza viene fatta dalle percentuali (e dalla cura che ogni nazione pone nel mantenerle in un determinato equilibrio) del più e da quella del meno. In itaglia, purtroppo, sta crescendo quella del meno. Le eccellenze rimangono (vedi elenco del lupomotociclante e non solo...) ma la società avanza tutta quando avanza la media, non solamente l'eccellenza... che peraltro è sempre utile avere/esibire.
    Inutile fare il primo trapianto di cuore/fegato/polmoni/tonsille/scapole e vantarsene, se fuori da quella sala trimestralmente si perde una lettiga (con tanto di paziente) dalle ambulanze in corsa... :twisted:...oppure si può "esibire" qualche dozzina di decessi all'anno per trasfusioni di sangue sbagliate.
    E questo per me vale per -praticamente- tutti i campi delle umane attività...
    O no? :shock:
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  4. T-Big

    T-Big

    Iscritto:
    1326290963
    Messaggi:
    6.196
    "Mi Piace" ricevuti:
    2
    ...se sei un medico potrebbe essere un discorso di parte...
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  5. drew0303

    drew0303

    Iscritto:
    1237212155
    Messaggi:
    12.406
    "Mi Piace" ricevuti:
    2
    Probabilmente non lavori per una multinazionale, sennò le cose andrebbero esattamente al contrario.
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  6. Geo

    Geo

    Iscritto:
    1297937672
    Messaggi:
    6.306
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Allora, visto che non so come ad un certo punto abbiamo tirato in ballo anche le auto permettetemi un piccolo OT.

    I miei compaesani (britannici) sono ossessionati da statistiche basate sui fatti, molte volte a ragione.

    Ecco l'elenco più autorevole delle 10 auto più affidabili e delle 10 auto meno affidabili. Ripeto, il tutto compilato non in base ad opinioni ma a fatti, dati oggettivi misurabili, chiari e trasparenti.

    Tenetevi stretti.

    10 auto più affidabili

    Position Make/Model Reliability Rating
    1 Honda Jazz 3.00
    2 Mitsubishi Lancer 6.00
    3 Vauxhall (Opel) Agila 7.00
    4 Toyota Yaris 13.00
    5 Mazda MX-5 14.00
    6 Suzuki Alto 16.00
    7 CITROEN SAXO 18.00
    8 Suzuki Liana 18.00
    9 Honda HR-V 19.00
    10 Ford Fiesta 20.00


    10 auto più INAFFIDABILI (occhio a marca e modelli)

    Position Make/Model Reliability Rating
    1 AUDI RS6 999.99
    2 BMW M5 711.00
    3 Mercedes-Benz V-Class 569.00
    4 Porsche 911 (996) 550.00
    5 Bentley Continental GT 542.00
    6 Mercedes-Benz CL 525.00
    7 Mercedes-Benz SL 506.00
    8 Audi Q7 489.00
    9 Audi A6 Allroad 468.00
    10 Mercedes-Benz R-Class 456.00


    Oibo! Nemmeno una macchina italiana, seppure siano costruite in numeri nettamente maggiori (quindi statisticamente più a rischio).

    Volete la top 100?
    Eccola qua
    http://www.reliabilityindex.com/top-100
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  7. Grattaballe

    Grattaballe

    Iscritto:
    1264102114
    Messaggi:
    4.343
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Nelle 10 più inaffidabili ci sono solo mostri infarciti di elettronica, che sono lì perché chi le compra (e volutamente non ho scritto chi le paga...) non ammette il minimo errore, come è giusto che sia spendendo cifre che consentirebbero di comprare casa.
    Auto italiane tra quelle non ce ne sono, per il semplice fatto che Ferrari evidentemente le fa bene. :D e sul genere costoso/complicato qui si produce poco altro. Non per nulla la mettiamo tra le eccellenze.
    Quello che fa pensare è che non ci sia una italiana tra le 10 più affidabili e che per trovarne una si debba scendere al 38° posto. Ce ne sono solo altre due, al 61° e al 78° posto, e sono auto vecchie che per noi sono state cesse, non più in produzione da lustri. Il che è tutto dire...
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  8. Geo

    Geo

    Iscritto:
    1297937672
    Messaggi:
    6.306
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Mica troppo vero, è una tua interpretazione soggettiva.

    Per esempio se guardiamo la scheda specifica della peggiore notiamo cose interessanti
    http://www.reliabilityindex.com/reliability/search/22

    Air Conditioning 90.09%
    Axle & Suspension 36.04%
    Braking System 3.15%
    Cooling & heating system 11.71%
    Electrical 21.17%
    Engine 7.66%
    Fuel System 1.80%
    Gearbox 9.91%
    Steering System 3.15%
    Transmission 4.50%

    Puoi divertirti a fare lo stesso con tutte le altre e vedere che l'incidenza di problemi all'impianto elettrico non è il più rilevante dei difetti riscontrati.

    Sul fatto che il database non è completissimo sono d'accordo ma c'è un motivo: mancano dati sufficienti per essere statisticamente rilevanti.
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  9. dbdbdbit

    dbdbdbit Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1237221012
    Messaggi:
    7.827
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    Da produttore di impianti costruiti al 100% in Italia ed esportati in tutto il mondo....
    Da conoscitore di una situazione italiana, dove siamo universalmente considerati i migliori artigiani, saldatori, costruttori di qualità, ma purtroppo scontiamo un sistema politico che non sostiene, ma affossa il know how, di fatto REGALANDO ai cosiddetti emergenti tutto ciò che abbiamo imparato in 60 anni di sacrifici....
    Da facente parte della categoria che resiste, che non cede alle lusinghe della delocalizzazione, perché chi lavora con me è la mia famiglia allargata, gente con cui sono cresciuto da sempre...
    Sottoponendoci al sacrificio di una vita sempre in giro, per esportare il nostro Made in Italy con orgoglio, nonostante tutti i preconcetti nei nostri confronti....

    TI TROVO REALMENTE FASTIDIOSO, IRRITANTE, E OLTRETUTTO FORTEMENTE IGNORANTE.

    Oltretutto non hai ancora capito il concetto più importante. Uno scooter, non è un "prodotto", ma un assemblato di componenti. Il "Made in...." può semmai essere riferito ai componenti, ma non ha senso considerarlo per l'assemblato, che è italiano o giapponese o tedesco solo di passaporto.

    PS: pregasi evitare menate varie sul ruolo del moderatore. Ti scrivo a titolo personale, anzi, invito i "colleghi" a moderarmi se necessario.
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  10. dbdbdbit

    dbdbdbit Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1237221012
    Messaggi:
    7.827
    "Mi Piace" ricevuti:
    6
    Mah, mi sbaglierò, però continuo a pensare che tutto sia legato alle oggettive aspettative di chi si rivolge alla fascia premium.
    Altrimenti non si spiegherebbe il discorso relativamente ai sistemi di climatizzazione o ai cambi.
    Questi sono in genere forniti dagli stessi produttori, che hanno una propria gamma di sistemi, più o meno sofisticati e completi a seconda del cliente, dell'auto, su cui andranno installati.
    Ha senso che lo stesso produttore di climatizzatori, abbia una difettosità più alta sul proprio alto di gamma, e più bassa sugli impianti base?
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  11. puecherenrico

    puecherenrico

    Iscritto:
    1237230502
    Messaggi:
    3.855
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    a titolo personale e non a titolo di divulgatore dell'unica verità esistente in quest'universo e in altri paralleli... [​IMG]

    io credo che la disinformazione regni sovrana.
    come lo sparare sul mucchio senza per questo esaminare ogni aspetto.

    che vi sia in italia una parte marcia o comunque che "lavora" male approfittando della qualità offerta da chi lavora bene si...io ne sono convinto e lo vedo ogni giorno.
    ma i prodotti nostrani di qualità ci sono. e non sono certo pochi.
    e questi prodotti ce li invidiano e copiano in tutto il mondo.
    sputare a zero come se tutto il nostro paese sia un prolifero elargitore di fregature lo trovo irritante e offensivo nei confronti di quegli EROI che nonostante la situazione economicopolitica portano avanti un italia fatta di qualità.
    persone che come detto in altre sedi resistono e addirittura creano nuove aziende.
    persone che ogni giorno lottano contro questo qualunquismo deleterio.
    farne una crociata o una ripetitiva campagna quindi è sbagliato.

    ho letto molte cose in questo Thread ma se c'è una cosa che ho ritenuto veramente triste è stata questa frase:

    "...non mi sento nemmeno ITALIANO visto come siamo messi attualmente a livello politico/nazionale..."

    e questo perchè l'Italia NON è la classe politica.
    semmai sono i politici che fanno parte dell'Italia.
    e come ogni paese ha delle cose buone e meno buone.

    Io Mi Sento Italiano al 100% e ne sono fiero
    e questo mi sfa sentire egualmente cittadino del Mondo al 100%

    una cosa non esclude l'altra.
    bisogna imparare a dissociare i comportamenti di alcuni colpevolizzando tutti.
    se si fanno accuse si devono specificare i comportamenti o i casi con dati alla mano.
    nessuna moto o scooter è esente da difetti.
    che siano europee, asiatiche, o d'oltre oceano.
    il caso personale può starci e l'intervento di Riccardo con i problemi delle sue Honda ne è l'esempio.
    solo che Lui mica ha detto che il Jappone fa prodotti schifosi.
    per me c'è un accanimento insensato...
    e se poi nonostante tutto si rimane convinti che l'italia fa schifo e l'estero è il paradiso...basta fare i bagagli e partire.
    se a me un posto non piace me ne vado.
    dove lavoro Io è pieno di scansafatiche e di parassiti.
    l'ambiente non è certo dei più rosei...ma vi rimango lo stesso.
    perchè?
    semplice...amo il mio lavoro e le persone che non sopporto o di cui non condivido i comportamenti non sono appunto il mio lavoro ma ne fanno solo parte.
    allo stesso modo in cui i Politici NON sono il mio Paese ma ne fanno solo parte.
    e il loro comportamento NON deve essere preso come il comportamento di tutti al punto di dire "Io Non Mi Sento Italiano".
    perchè anche il Mondo è pieno di ingiustizie e persone come o peggio della nostra classe politica.
    e conscio di questo non ci si dovrebbe sentire più nemmeno cittadino del Mondo?
    mi sembra un discorso alquanto povero.



    ma questo è solo il mio umile quanto inutile pensiero [​IMG]
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  12. Lupo motociclista

    Lupo motociclista

    Iscritto:
    1307279593
    Messaggi:
    3.467
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Sì, per una multinazionale, che non vorrei citare, ci lavoro ed è così, capisco non faccia molto testo, ma lavoro per Ferrari, Maserati e altri e son tutti assai esigenti.
    Chi non è esigente è la piccola fabbrica che ha sì un ufficio qualità, ma composto da una o due persone con cui si può discutere e comunque si occupa di particolari più importanti della minuteria.

    Sottoscrivo e sposo quello che affermano dbdbdbbit e puecherenrico.
    Aggiungo che mi sento italianissimo e molto fiero di esserlo.
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  13. alberth56

    alberth56

    Iscritto:
    1236593673
    Messaggi:
    5.866
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
    L'Italia secondo me non è seconda a nessuno, gli italiani a volte si :lol:, sono un po troppo egoisti e pensano un po troppo per la loro tasca, tipo quasi tutti i capi che hanno interessi economici dieci volte superiori l'operaio che gli tira avanti l'azienda :rolleyes:.
    Se la ditta va male, chi ci rimette economicamente è quasi sempre l'operaio.
    Tornando ai nostri prodotti, si è vero alcuni modelli hanno un pò troppi problemi, l'importante è risolverli ed eliminarli per il modello successivo :D, a proposito, circa quarant'anni fa un mio titolare in visita alla Suzuki, visitando uno stabilimento è rimasto colpito da un'urna in una stanza, gli hanno detto che gli ingegneri raccoglievono consigli ed idee per modifiche da apportare sulla progettazione di pezzi, dagli operai !!
    Se questo non vuol dire rispettarli e invogliarli a perfezionarsi!!
    Esempio da seguire, ma difficilmente attuabile, per la serie Noi siamo i migliori :D, anche quando non lo siamo!! :rolleyes:
    Ciao
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  14. Grattaballe

    Grattaballe

    Iscritto:
    1264102114
    Messaggi:
    4.343
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Secondo me nelle voci colorate c'è il dominio dell'elettronica. Se fai la somma... ;-)
    Un climatizzatore di auto premium difficilmente perde gas, malfunziona di elettronica. I cambi oramai sono praticamente tutti automatici o robotizzati, anche lì elettronica a go-go. Avrei potuto evidenziare anche il reparto sospensivo, sulle premium oramai ci siamo. Anche i motori non è che perdano più le bielle... magari iniziano a girare a 7 o a 5. :D E anche lì solitamente è la gestione elettronica che zoppica.
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013
  15. Geo

    Geo

    Iscritto:
    1297937672
    Messaggi:
    6.306
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Gratta, come vuoi tu.

    Rimane il fatto che sono tutte marche tedesche, eccezion fatta per Bentley che di britannico ha solo il nome e la fabbrica dove le assemblano.
    E non venirmi a dire che in quel segmento di mercato ci sono solo loro, perché ci sarebbe una certa Lexus, o una certa Jaguar, o una certa Maserati e per quest'ultima non ci sono dati sufficienti per fare una casistica seria (e ti posso garantire che anche solo a Londra vedo in giro più Maserati che Aston Martin).
     
    Ultima modifica: 12 Ottobre 2013