Honda RC30.

Honda RC30. - opinioni e discussioni sul Forum di Dueruote - puoi discutere con appassionati di moto come te, iscriviti subito per partecipare ed esprimere la tua opinione!

  1. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Bene… oggi mi va di scrivere di un altro di quei vecchi rottami da assicurazione agevolata, la RC30 :)

    - La storia.
    Dopo aver impiegato per anni l’architettura motoristica del “quattro in linea”, nel 1982 la Honda decide di percorrere una strada alternativa. Con le VF 750 F viene infatti introdotto il quadricilindrico a V con quattro valvole per cilindro e distribuzione a catena.
    L’esordio agonistico avviene nel 1984 nella Superbike Statunitense dove, con Freddie Spencer alla guida, i risultati non tardano ad arrivare. Nel 1985 la moto viene migliorata con un nuovo telaio e la distribuzione a cascata d’ingranaggi, e successivamente arriva la RVF che domina nei campionati mondiale Endurance, F.1 ed addirittura nel Tourist Trophy, con il telaio in alluminio, il forcellone monobraccio ed altre migliorie.
    È da questa moto plurivittoriosa che viene sviluppata la VFR 750 R, quella R30 destinata all’uso stradale, con il suo 750 raffreddato a liquido da 112 cavalli ed il peso a secco di soli 180 chilogrammi.
    Caratteristico di questo motore assemblato a mano era il manovellismo a 360° (anziché i 180° della VFR 750 F) che garantiva tanta potenza a tutti i regimi: accoppiato al cambio a rapporti ravvicinati, consentiva alla moto di superare i 130 km orari in prima. Le misure di alesaggio per corsa erano di 70x48,6 millimetri e la coppia massima era di 7,1 Kgm a 10.500 giri al minuto. Il cambio era a sei velocità e la frizione multi disco.
    Forcelle e monobraccio posteriore, quest’ultimo derivato dal progetto Elf, erano prodotte dalla Showa, mentre alla frenata erano destinati un disco al posteriore ed un doppio disco all’anteriore.
    La lista di vittorie conseguite a bordo di questa moto è imponente: limitandoci al solo biennio 1988-1989 possiamo ricordare la vittoria nei campionati Superbike Australiano, Britannico, Francese, Tedesco, Austriaco, Spagnolo e Canadese, la vittoria alla 8 Ore di Suzuka ed all’F.1, Production B e Senior corse sull’isola di Man. Dopo il 1989 la RC30 si dimostra sempre competitiva, consentendo a Troy Corser di vincere la Superbike Australiana nel 1993 e, sempre nello stesso anno, piazzando quattro moto nei primi quattro posti nelle categorie F.1 e Senior corse all’Isola di Man.

    - La prova su strada.
    Le prove condotte all’uscita della moto sul circuito di Vallelunga evidenziavano la grande maneggevolezza di una moto che si lasciava guidare senza la minima fatica. La posizione in sella è sportiva, con il busto proteso in avanti, la sella alta e le pedane leggermente avanzate.
    La frenata veniva giudicata decisa e l’assetto in frenata neutro; docile l’inserimento in curva. Anche in accelerazione, nonostante la potenza disponibile su tutto l’arco d’erogazione, la RC30 non si scomponeva affatto. Né il fondo irregolare né i cambi di direzione repentini influivano sull’assetto della moto, che si manteneva stabile.
    Per quanto riguarda il motore, fin troppo silenzioso, il tiro ne veniva giudicato “poderoso”, uscendo con facilità da tutte le curve e con un’erogazione particolarmente potente e regolare dai 7.000 giri fino ai 12.000 indicati.
    La successiva prova su strada evidenzia un carattere altrettanto sfruttabile, pur con tutti i limiti derivati dalla postura sportiva.

    - I dati tecnici dichiarati.
    Motore: 4 cilindri a V di 90°, 4 tempi DOHC, 4 valvole per cilindro, raffreddato a liquido, 112 cavalli a 11.000 giri al minuto.
    Cambio: a 6 velocità.
    Frizione: multi disco.
    Telaio: a diamante con tubi in alluminio a sezione differenziata.
    Sospensioni: telescopica all’anteriore, forcellone oscillante Pro-Arm con Pro-Link al posteriore.
    Freni: anteriore doppio disco da 296 mm e doppio pistoncino, posteriore disco singolo da 256 mm e singolo pistoncino.
    Dimensioni: peso dichiarato di 180 chili.
    Prestazioni dichiarate: velocità massima 239,4 km orari.
    Esemplari prodotti: 4.782 tra il 1987 ed il 1990.

    - Fonti.
    Due Ruote 10/1988;
    Moto Journal 861/1988.
    Moto 1/1994;
    www.al1rc30.free.fr;
    www.honda.it.


    [​IMG]

    [​IMG]

    [​IMG]

    Foto: www.pianetariders.it; www.motofan.it; www.motorcyclistonline.com.

     
    Ultima modifica: 14 Dicembre 2016
  2. mostronovecento

    mostronovecento

    Iscritto:
    1237302847
    Messaggi:
    5.629
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    La "moto da corsa" per antonomasia....assieme alla 916, da prendere e conservare per il futuro, quando sulla terra non ci saranno più forme di vita e una civiltà aliena potrà capire cosa si poteva fare con dell'alluminio, del ferro e della plastica....

    Ciauz ;)

    P.S. questa è carina....era del padre di un mio amico. Non ha niente di particolare a livello motoristico o ciclistico, però è stata "portata a Bray Hill" ;-)

    [​IMG]
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  3. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Grazie Rocco :thumbup:
    Il "classico" conce Honda che conosco mi sembra abbia una VFR anni '80, però rossa.... tornerò ad indagare.... sicuramente ha una Yamaha FZR 1000 :p
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  4. mostronovecento

    mostronovecento

    Iscritto:
    1237302847
    Messaggi:
    5.629
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    QUESTA!!!!! Questa moto in questi colori è semplicemente da sbavo....e ha 25 (venticinque) anni di età!!!!!! Potevi girarci in pista con la tuta o andarci in ufficio in giacca e cravatta....e farci le ferie con la tipa ;-)

    [​IMG]

    Ciauz
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  5. Geo

    Geo

    Iscritto:
    1297937672
    Messaggi:
    6.306
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Ed io ne ho avute due in garage, di cui una proprio come quella in foto.
    Ma quella che dice lui e' la RC24 prodotta dal 1986 al 1989, quella che hai messo tu e' la RC36 prodotta dal 1990 al 1991 (modello della tua foto) e con lievi modifiche dal 1992 al 1993.
    Sono due moto diverse con la EC24 sensibilmente datata come ciclistica e la RC36 tutto sommato ancora abbastanza attuale.
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  6. Geo

    Geo

    Iscritto:
    1297937672
    Messaggi:
    6.306
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Chiamalo rottame!
    Una RC30 appena decente non si trova a meno di €20000
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  7. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    :thumbup: secondo me li vale pure
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  8. Geo

    Geo

    Iscritto:
    1297937672
    Messaggi:
    6.306
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Se quella che il concessionario che conosci ha e' veramente una RC24 e' questa

    [​IMG]

    Affascinante ma se trovi una RC36 buona vai su quella.
    Per la resistenza meccanica, conoscevo in prima persona uno che ci aveva fatto 300.000 (non e' un refuso) Km solo con i tagliandi regolari.
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  9. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Grazie stingo, lunedì ci vado, fotografo (che tanto con 'sta storia delle moto d'epoca da pubblicare sul forum ci sono già stato due volte :D ) e poi ti faccio sapere!
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  10. Teo matto

    Teo matto

    Iscritto:
    1429737868
    Messaggi:
    857
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Mauro , complimenti per la passione e per la briga che ci metti nello scrivere in questo bel argomento, il 4V e' una architettura che non mi ha mai destato un gran interesse ; ma in effetti ora che mi ci fai pensare ........
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  11. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Prego :oops: grazie a voi che commentate.
    Un'architettura che invece io non ho mai considerato, ma che le moto d'epoca mi hanno fatto scoprire ed apprezzare, è il quattro cilindri in quadrato della Suzuki Gamma :p
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  12. kitcarson0506

    kitcarson0506

    Iscritto:
    1237469163
    Messaggi:
    2.706
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    questo è un po meno da corsa :D

    [​IMG]
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  13. Geo

    Geo

    Iscritto:
    1297937672
    Messaggi:
    6.306
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Se non hai un po' d'occhio le differenze piu' macroscopiche nel senso visibile del termine (a parte telaio, forcelle, frecce, specchietti, faro posteriore e tutta una serie di dettagli) sono il rubinetto della riserva ed il forcellone posteriore: rubinetto sul serbatoio e forcellone classico nella RC24, rubinetto sulla carena e forcellone monobraccio nella RC36.

    Se vuoi i dettagli e' spiegato tutto qui
    http://www.vfritaliaclubforum.it/wp/storia-della-vfr/

    Qui la RC24
    http://www.vfritaliaclubforum.it/wp/storia-della-vfr/vfr-750-f-rc-24-nasce-il-mito-anno-1986/

    Qui la RC36
    http://www.vfritaliaclubforum.it/wp/storia-della-vfr/vfr-750-f-rc-36-la-seconda-generazione-1990/
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  14. Mauro Fiorentini

    Mauro Fiorentini

    Iscritto:
    1346846680
    Messaggi:
    2.497
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Ariel! Quest'estate ho incrociato due Inglesi sul Conero che tornavano a casa dalla Grecia a bordo di......... una Velocette 500 :uao
    E porca vacca ci ho messo pure un pò a raggiungerli, andava forte il ragazzo :thumbup:
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016
  15. giudipeppe

    giudipeppe

    Iscritto:
    1274611142
    Messaggi:
    4.984
    "Mi Piace" ricevuti:
    10
    Dai freddi numeri postati sopra, ha potenza massima e coppia massima ,quasi allo stesso regime ...........??
    Per il resto è una di quelle moto che affascina sempre,da togliersi il cappello !!
     
    Ultima modifica: 19 Novembre 2016