Dubbio scelta modulari: HJC, AGV o Caberg?

Dubbio scelta modulari: HJC, AGV o Caberg? - opinioni e discussioni sul Forum di Dueruote - puoi discutere con appassionati di moto come te, iscriviti subito per partecipare ed esprimere la tua opinione!

  1. pepe_71

    pepe_71

    Iscritto:
    1333813362
    Messaggi:
    32
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Salve, vorrei sostituire il mio LS2 Delta (modulare) e sono molto indeciso.
    Mi sono sempre piaciuti i Caberg, ho visto l'AGV "NUMO" ma mi hanno pure consigliato l'HJC RPHA Max.
    Tra i Caberg stavo valutando il DUKE per via della doppia omologazione ed avevo già visto il KONDA.
    Non sono riuscito a trovare l'HJC (in fibra) nella mia città ma potrebbero procurarmelo per circa 260 euro.
    L'AGV l'ho visto e provato e mi sembra un buon casco.
    Ho dato però un'occhiata al sito Sharp.uk ed ho visto, con mia grande sorpresa, che il Caberg "TRIP" (da noi Konda) è uno dei due modulari ad avere le 5 stelle!
    Degli altri non c'è traccia.
    Il fatto è che il KONDA ha un prezzo abbastanza vantaggioso (circa 100 euro) e, seppur rinunciando alla doppia omologazione (del DUKE) ed alla fibra (HJC) credo possa essere considerato un buon affare.
    Cosa ne pensate?

    - Caberg Duke
    - Caberg Konda
    - HJC RPHA MAX
    - AGV NUMO
    ????? icon_sad.gif
     
    Ultima modifica: 27 Aprile 2012
  2. lp1964

    lp1964

    Iscritto:
    1331628645
    Messaggi:
    27
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Ho acquistato l' R-PHA Max a 310 € su internet. Leggero (in fibra), calzabilità eccezionale e anche silenzioso.
     
    Ultima modifica: 27 Aprile 2012
  3. pepe_71

    pepe_71

    Iscritto:
    1333813362
    Messaggi:
    32
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    un rivenditore di Siracusa mi farebbe avere l'RPHA MAX a 260 euro. Mi sembra un prezzo ottimo anche perchè in rete non sono riuscito a trovare di meglio.
    Resta però la mia indecisione sulla scelta. I caschi CABERG mi sembrano davvero ben fatti ed alcuni di essi avrebbero pure la doppia omologazione (DUKE e SINTESI). Il KONDA ha invece un ottimo prezzo in assoluto e, dalle prove SHARP risulta avere 5 stelle (unico modulare insieme al BMW).
    Visti pure gli SCHUBERT...bellissimi ma prezzi troppo alti.
    In ogni caso ho pure il timore ad acquistare online per via dell'impossibilità a provarli. Il rivenditore dell'HJC non li ha in negozio e li ordinerebbe a posta per me. Il problema è che devo scegliere senza averli visti. Lui può soltanto ordinarmi due taglie (per poterli confrontare) ma sarei comunque obbligato a comprarlo...e sinceramente, vista la spesa, non mi sembra il massimo. Mi ha però detto che potrebbe farmi avere il modello non in fibra (SY MAX...credo) a 160 euro (modulare ma senza doppia omologazione)...
    Indecisioneeeee
     
    Ultima modifica: 27 Aprile 2012
  4. mettiu720505

    mettiu720505

    Iscritto:
    1243254561
    Messaggi:
    2.424
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Mi ricordo un parere molto dettagliato di Zel sul Numo:




     
    Ultima modifica: 27 Aprile 2012
  5. alberth56

    alberth56

    Iscritto:
    1236593673
    Messaggi:
    5.867
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
    HJC in fibra e non ti lamenterai, io sono al secondo...il primo l'ho portato quasi 10 anni!!
    Ciao
     
    Ultima modifica: 28 Aprile 2012
  6. svalter0407

    svalter0407

    Iscritto:
    1237232644
    Messaggi:
    5.502
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    _ _ _

    come??? in fibra durano molto ma molto...di più!!! :D
    A parte il chiasso, avrai sicuramente sostituito, negli anni, le imbottiture, vero?? ;-)
    Il prossimo modulare è molto probabile che acquisterò l'HJC che sento a giro della sua silensiosità e non è poco nel mondo modulare di medio prezzo. ;-)

    Valter
     
    Ultima modifica: 29 Aprile 2012
  7. razorjack

    razorjack

    Iscritto:
    1312471808
    Messaggi:
    10
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    ma un bel nolan n104 che è doppia omologazione e lo paghi 260 euro? e tutto allinclusive, pinlock, micrometrica chiusura, paragola e paranuca, etcetc etcetc

    se il Caberg Duke è come il mio Rhyno che ho appena cambiato è di un rumoroso paura

    Hjc mi dicono che è leggero, ma dai un occhio al
    LAZER MONACO
    niente visierina interna, ma quella esterna è come le lenti transition
     
    Ultima modifica: 30 Aprile 2012
  8. Raf0542

    Raf0542

    Iscritto:
    1323943848
    Messaggi:
    3
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    io andrei direttamente sul caberg duke.
    Ha la doppia omologazione, è un modello 2012 e viene venduto ad un prezzo veramente accessibile.
    l'ho visto in vendita a partire da 124 euro: http://www.burnoutitaly.com/index.php?main_page=advanced_search_result&search_in_description=1&keyword=caberg+duke&x=0&y=0

     
    Ultima modifica: 30 Aprile 2012
  9. alberth56

    alberth56

    Iscritto:
    1236593673
    Messaggi:
    5.867
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
    Per svalter0407: Ho ancora le originali!! Lavate diverse volte, ma ancora reggono. Lo uso ancora qualche volta, magari quando faccio poca strada , vado piano e so che ritorno sudato, tipo quando vado a raccogliere asparagi :D .
    Ciao
     
    Ultima modifica: 1 Maggio 2012
  10. Tomas84!

    Tomas84!

    Iscritto:
    1372025730
    Messaggi:
    900
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Ciao a tutti,

    sto valutando l'acquisto di un casco modulare per sostituire il mio jet che in moto non è proprio il max.

    Mi piacerebbe un casco Caberg: quali sono le principali differenze, a parte prezzo e doppia omologazione per Duke e Sintesi, tra Konda, Duke e Sintesi?

    Le mie esigenze sono quelle di un turismo tranquillo che non supera i 140 km/h su una moto abbastanza rumorosa; che dite, posso risparmiare qualcosina e buttarmi sul Konda o devo andare sul top di gamma per viaggiare in comodità e con livello di rumore accettabile???

    Grazie a tutti in anticipo

    Lamps
     
    Ultima modifica: 19 Settembre 2013
  11. zeljko

    zeljko

    Iscritto:
    1262392589
    Messaggi:
    13.284
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Caberg con il suo modulare di gamma media DUKE è al top del top del top degli indici Sharp http://sharp.direct.gov.uk/testsratings/caberg-duke , non solo le 5 stelle ma uno score sui 5 impatti che ha risultati "verdi" (miglior prestazione) in 5 zone su cinque. Pochissimi caschi, anche NON modulari, hanno un risultato di questo livello in tutta la storia del test. E' una tradizione CABERG, che ha fatto benissimo sia con il Konda (penultimo gamma media) che con il Trip/Rhino (ancor più vecchio entry level), casco per altri versi molto approssimativo come rumorosità e comfort, ma già eccellente sugli impatti.

    Stranamente con i modulari top di gamma maggiormente strutturati e confortevoli, come il Sintesi http://sharp.direct.gov.uk/testsratings/caberg-sintesi (che il mio amico Daunio possiede e usa a botte di 20/30.000 km anno, città compresa, da oltre due anni), nello Sharp non va altrettanto bene.
    Il Modus, ultimo top, non è stato ancora testato dal board britannico: spero riescano a fare Bingo, un casco con il top della sicurezza ma finalmente con il portamento dell'alta gamma.

    Prima che il commercialista mi dicesse che avrei dovuto vivere sei mesi come un mendicante, stavo per comprarmene uno, di Duke, in sostituzione del vetusto Airoh (2 stelle sharp: praticamente sei più sicuro senza) che uso per la città. Posso dire che calzato in testa è molto più confortevole del Konda, e appare decisamente più strutturato altresì. Il Konda è ancora un prodotto di rango semiscooteristico, il Duke promette di essere un prodotto versatile aperto anche al turismo non esigentissimo.
    Va rilevato che è un casco estremamente leggero, per essere un modulare in policarbonato. siamo pochissimo sotto il chilo e mezzo (valori da Shoei Multitec in fibra), dai due ai cinque etti di vantaggio su quasi tutta la concorrenza (anche interna) eccettuati alcuni prodotti in fibra.

    Geniale quanto semplice il movimento Caberg per quanto riguarda la visiera antisole: nessuna parte meccanica a molla, solo una guida leggermente in pressione, a impedire che si muova da sola, per il resto una levetta solidale alla visiera che si sposta lungo una rampetta ricavata sulla porzione di casco alta, circa alla sommità della testa.

    Credo che verso Natale lo prenderò e a quel punto saprò dire di più su come si comporta nel tempo e su strada.

    Ho una recensione in canna per l'AGV NUMO, che possiedo dal gennaio 2012. E' un 4 stelle Sharp http://sharp.direct.gov.uk/testsratings/agv-numo

    Vedo di fartela breve.
    Il casco è globalmente eccellente: ha pochi difetti ma due molto gravi purtroppo.

    Bello, verniciatura forse la migliore come resistenza e bellezza che abbia avuto tra tutti i miei caschi, superficie della visiera idem, l'unica visiera senza un graffio in oltre un anno e mezzo. Sagoma perfetta alle alte velocità, distribuzione del peso eccezionale, design da chiuso di grande sportività ed eleganza. Silenziosità di riferimento per essere un modulare. Luce (visibilità) molto ampia e adatta anche a moto sportive, finché non si arriva a stare in carena arrabbiati almeno. La custodia è stupenda, praticissima (ha un sistema di chiusura che non capisco perché non usino anche tutti gli altri) e solidissima, il che contribuisce all'ottima tenuta nel tempo delle superfici di casco e visiera.

    Caratteristiche non apprezzabili: è piuttosto caldo e calza piuttosto stretto; come tutti gli AGV, il movimento della visiera IMPEDISCE la comodissima posizione "aperto di un niente", quindi o stai chiuso, o apri di oltre un cm e prendi troppa aria (e l'aria in quella posizione te lo chiude in faccia). Il meccanismo della mentoniera è decisamente faticoso, ma questo concorre alla sicurezza (nei test Sharp credo sia l'unico modulare con il 100% di non aperture sui test ripetuti). Essendo in policarbonato, il peso assoluto è elevato.


    Caratteristiche pessime:
    a me il movimento della visierina interna antisole si è rotto due volte in dodici mesi. il rivenditore è stato efficientissimo e gentile con la garanzia (BOX 6 di Roma), e per il momento la seconda riparazione tiene ancora (dopo un tempo e un utilizzo con i quali la prima riparazione aveva già mollato). Certo se dovesse rompersi di nuovo sarebbe la dimostrazione che ancora in AGV non hanno trovato una soluzione accettabile. A quel punto bisognerà anche valutare quanto la disponibilità del servizio clienti ad andare oltre la garanzia formale evidenzierà la serietà dell'azienda nel comprendere che non si scaricano sulla clientela i propri errori di progettazione o esecuzione.

    Altro difetto gravissimo, quanto stupido, è che il rivestimento in plastica dell'elemento di calotta superiore in polistirolo, nella posizione immediatemente a contatto con la fronte, tende a imbarcarsi e fare ondine che sotto pressione si chiudono in specie di becchi ad angolo, aguzzi, che vanno a pizzicare la tua pelle proprio nella zona di maggior pressione. Stasera magari aggiungo una foto così si capisce meglio di cosa parlo. Io ho ovviato con un'abbondante quanto esteticamente sgradevole "mano" di nastro americano: con le sole colle, non c'era assolutamente verso. Con il nastro americano, l'ondulazione sopravvive, ma rimane tenue e si distribuisce su tutta la lunghezza della parete di contatto, risultando molto meno fastidiosa di un singolo punto "pungente".

    Per il resto secondo me è un buonissimo prodotto e calzato in testa ai tuoi bravi 150 di crociera autostradale fa meglio di prodotti dal blasone maggiore, dal Multitec http://sharp.direct.gov.uk/testsratings/shoei-multitech al C3 http://sharp.direct.gov.uk/testsratings/schuberth-c3 - non ti dico poi se piove...

     
    Ultima modifica: 19 Settembre 2013
  12. Freeenk78

    Freeenk78

    Iscritto:
    1346621236
    Messaggi:
    674
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Shark EvoLine series 3.
    È l'unico che anche da aperto non ti dà l'impressione di avere un parabola in testa :)
     
    Ultima modifica: 19 Settembre 2013
  13. Tomas84!

    Tomas84!

    Iscritto:
    1372025730
    Messaggi:
    900
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Grazie per i consigli e la recensione! manco in una rivista specializzata in caschi Agv Numo si potrebbe trovare cosi minuziosa e dettagliata! :D
    Ma la premessa sulla gamma Caberg mi indirizza ancor di piu verso il Duke: se per te è il top del top del top chissa cosa dovra sembrare a me che vengo da na ciofeca di casco che mi hanno regalato con lo scooter che ho acquistato due anni fa!
    Ah,tornando alla recensione, hai reso benissimo il fastidio che si sente quando le pieguzze ti si piantano sulla fronte: quando leggevo mi grattavo! :lol:

    Pero il mio dubbio permane ancora: quali sono le differenze principali fra duke, konda e sintesi? Materiali, calzata, rivestimenti o altro?

    Grazie a tutti
     
    Ultima modifica: 19 Settembre 2013
  14. Tomas84!

    Tomas84!

    Iscritto:
    1372025730
    Messaggi:
    900
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Freenk, sullo shark evo3: manòcasemuforibaggett, dippiù!!!!! :D
     
    Ultima modifica: 19 Settembre 2013
  15. zeljko

    zeljko

    Iscritto:
    1262392589
    Messaggi:
    13.284
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    [​IMG]

    Alt. Io ho scritto che è il top del top del top sul terreno della salvaguardia da impatti in base al test Sharp che senza dubbio è il più esigente e imparziale (i caschi sono tutti acquistati con canali comuni, e il numero di ripetizioni delle prove è superiori ai controlli di omologazione del tipo, cioè quella dei conformity assessment board "ufficiali"). E parlo di Duke e Konda, il Sintesi (come puoi vedere dal link) non fa altrettanto bene, pur ottenendo 4 stelle.
    Konda e Duke hanno risultati nello Sharp che la stragrande maggioranza degli INTEGRALI nemmeno si sogna!

    Io personalmente non ho esperienza di utilizzo con questi caschi, quindi da qui a dirti che nell'utilizzo giorno per giorno (che fortunatamente non è fatto tutto di cadute con impatti del casco da qualche parte :) ) siano superiori a questo o quell'altro, non posso arrivarci.
    Posso fare una congettura in base all'esperienza e all'esame statico piuttosto prolungato che ho fatto di Konda e Duke, confrontandoli in parallelo con le identiche caratteristiche di altri caschi che ho invece utilizzato.

    Il Konda è un casco evidentemente "leggerino" e poco strutturato. Come le finiture reggano il tempo non lo so, ma ho racconti di conoscenti sul Rhino (predecessore in mediobassa gamma Caberg) abbastanza inquietanti.
    E' inoltre pesantuccio, il Konda, soprattutto per essere un casco di tipo abbastanza "scooteristico" (tratte corte e alta velocità). Infine la calzata non è il massimo dell'equilibrio, almeno per me: se sul viso è giusta sulla fronte è larga, ma questo vale per me. (Gli AGV per me sono equilibratissimi, così come gli Shoei: devastanti invece i Nolan modulari, del tutto inutilizzabili da parte mia: meglio i Nolan integrali e gli X-Lite).

    Il Duke è evidentemente un grosso passo avanti rispetto al Konda.
    Non è confortevole e strutturato come un modulare turistico di alta gamma, dai C Schubert al Sintesi al Modus al Numo ai Nolan più ambiziosi.
    In compenso è molto più "adulto", confortevole e strutturato dei vari Longway e Konda, nella cui gamma si va a inscrivere.

    Diciamo che se mi chiedi un giudizio, è un casco che io proverei a utilizzare anche in un uso kilometricamente importante del veicolo. E siccome è molto probabile che a breve ne acquisti uno per sostituire il vetusto Airoh Air Mathisse nell'uso urbano, nel caso aggiornerò i pareri.
     
    Ultima modifica: 20 Settembre 2013
// outbrain