Donington 1988-2013

Donington 1988-2013 | Pagina 5 - opinioni e discussioni sul Forum di Dueruote - puoi discutere con appassionati di moto come te, iscriviti subito per partecipare ed esprimere la tua opinione!

  1. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    Tutto questo per dire, che il telaio è l'ultimo dei problemi, almeno per me e Canepa
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  2. STC0303

    STC0303

    Iscritto:
    1238488170
    Messaggi:
    876
    "Mi Piace" ricevuti:
    39
    Anno domini 2011, Checa vince il mondiale con superiorità quasi imbarazzante, il lamentoso Biaggi si lamenta delle gomme che sulle 4 cilindri non tengono fino alla fine, fà notare che i tempi di gara sono mediamente più alti rispetto al 2010, ma tant'è, quello si lamenta sempre non diamogli troppo retta.
    Neanche finito il mondiale, Checa passa alla BMW ma in extremis mamma Ducati porta un milioncino di euro al team Althea per tenere in squadra lo spagnolo, del quale Genesio Bevilacqua è mentore.

    Anno 2012, saranno i 6 kg di zavorra, sarà il milioncino intascato che pesa, sarà che le gomme si sgretolano solo sulla kawasaki ma non sull'aprilia, il buon Carlos che l'anno prima vinceva con una mano sola inizia a sdraiarsi con discreta frequenza, anche se alla fine qualche manche riesce a vincerla; così come vince un paio di volte Guintoli, sotto la pioggia, con la 1098; notare che l'anno scorso tra ufficiali, Effenbert e privati di 1098 ce n'erano 7 su 20 moto, anche dal punto di vista statistico era più facile per Ducati avere buoni risultati; comunque già dopo 3 o 4 gare s'era capito che per la 1098 il titolo era andato.

    Visto che dopo 5 o 6 anni un modello di moto va cambiato, altrimenti non vendi più né le moto nuove né i ricambi, è ora che la 1098 vada in pensione ed esca la Panigale, pensata e progettata almeno un anno prima e forte del gran lancio pubblicitario derivante dalle brillanti prestazioni della cugina desmosedici in motoGP: la Panigale diventa l'unica moto al mondo che, prima ancora che se ne sia vista una foto, tutti al mondo danno per certo che non fa le curve.

    Dopo accesi dibattiti tra i fautori del traliccio, quelli del deltabox e quelli del carbonio, la Panigale debutta nel Superstock dove tanto male non va, fa seconda nel mondiale e vince pure a Monza (e ti credo, lì sono tutti rettilinei ...), solo che devi rifare il motore ogni sera altrimenti si rompe, e per i team privati non è una bella prospettiva ... infatti nel 2013 le Ducati sono 3 in tutto.
    Nel frattempo le gomme sulla kawasaki non si sgretolano più, e Tom Sykes rischia di vincere il mondiale, mentre Checa tra una caduta e l'altra chiude il mondiale quarto.

    Colpo di scena: Bevilacqua, amico e mentore di Checa lo molla e passa armi e bagaglia ad Aprilia, portandosi dietro Giuliano D'Artagnan, in Ducati si ritrovano con una moto (promettente in STK) da sviluppare per la superbike, in tre mesi (perchè nel 2012 tra passaggio di proprietà Audi e deltabox a go-go per la motoGP non è che si siano dedicati molto alla Panigale), con un pilota 40enne che non è mai stato considerato un grandissimo sviluppatore, e senza un team; e dove lo trovo un team adesso?
    Spunta fuori Battà, un vecchio marpione della SBK, uno molto abile nelle public relation, uno che si prese il lamentoso Biaggi nel 2007 alla Suzuki ufficiale, e che lo fece andare via a fine stagione per passare alla Ducati privata (Sterilgarda), comunque ha i motorhome, ha l'ospitality, ha gli occhiali aerodinamici e, perso per perso, Ducati si butta con lui.

    Battà si piglia come secondo pilota Badovini, uno che dopo un primo anno da privato con BMW discreto al secondo anno combina poco e niente, era rimasto senza sella e viene via per un tozzo di pane; a Checa il milioncino continua a darlo mamma Ducati.

    Naturalmente da Battà un bicilindrico non l'hanno mai visto, neanche un forcellone monobraccio, ancora cercano il telaio sotto le carene, risultato a Philip Island dopo il tempone in superpole il setup della moto è talmente sbagliato che dopo 5 giri Checa già ha finito le gomme, per stare in scia forza i freni e dà una capocciata in terra che si sente l'eco fino in Nuova Zelanda; Badovini per non essere da meno si fracassa le gambe, ed iniziano il mondiale in salita che più salita non si può; e visto che non bisogna farsi mancar niente, ci si mette pure la spalla di Carlos (questa della spalla l'ho già sentita da qualche parte ...).

    A Donington basta mettere sulla moto un pilotino discreto, e questo và subito meglio dei due ufficiali, per non rischiare di finirgli dietro in seconda manche a Carlos si riacutizza la spalla, e Badovini si sdraia per l'ennesima volta.

    Concludendo: dal punto di vista sportivo quest'anno si sono sommati una serie di errori (moto nuova, squadra nuova, piloti bolliti) e di coincidenze (infortuni) che portano ai risultati che vediamo, speriamo che il purgatorio duri poco e riescano ad uscirne.

    Nel frattempo, Kawasaki e Aprilia che stanno dominando il mondiale non vendono una moto che è una, mentre BMW RR e Panigale i numeri in concessionaria li fanno ... conta di più questo o il resto?
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  3. desmoale75

    desmoale75

    Iscritto:
    1238007428
    Messaggi:
    8.676
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Tutto per dire che se non spendono non ritroveranno la competitività di un tempo
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  4. fabrpapp

    fabrpapp

    Iscritto:
    1237208838
    Messaggi:
    1.789
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Anfatti! La moto consente di staccare motlo sotto sta appiccicata alla corda ed esce bella stretta.
    Le sgommate in accelerazione pare che come detto siano dovute ad una elettronica molto libera...

    Diciamo che questa moto non soffre di sottosterzo come quella di la.
    Anche perchè non ha lo sterzo, ha due semimanubri!! :D :D :D

    E se montassimo le Pirelli sulla GP13??
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  5. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    Quoto solo i passaggi su cui c'è molto da riflettere

    Imbarazzante, nella sua limpida cronistoria, il resto

    p.s. Canepa nella intervista ha detto semplicemente che cadono perchè devono forzare per sopperire ad accelerazione e velocità cercando di recuperare in frenata,e chi ha guidato a livelli decenti sa che in percorrenza non si guadagnerà mai quanto si può rosicchiare in entrata ed uscita

    p.s.2

    visto che fionda la MV F3 ?
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  6. fabrpapp

    fabrpapp

    Iscritto:
    1237208838
    Messaggi:
    1.789
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Fantastica.
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  7. Carlito77

    Carlito77

    Iscritto:
    1237218196
    Messaggi:
    2.335
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Franco mi dispiace per te ma la Ducati ieri non s'è vista...
    :?
    :D


     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  8. Grattaballe

    Grattaballe

    Iscritto:
    1264102114
    Messaggi:
    4.343
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Infatti nel quotato non c'erano... li hai messi tu. :D
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  9. DesmoLucio

    DesmoLucio

    Iscritto:
    1300546603
    Messaggi:
    852
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Canepa: "La Panigale può crescere"
    Domenica 26 Maggio 2013 18:17 di Claudio Porrozzi

    Niccolò CanepaSenza volerlo, Niccolò Canepa ha aperto un "caso", visto che è stato quasi sempre davanti ai piloti titolari. Entrambi reduci da infortuni ad inizio stagione, Checa e Badovini sembrano avere difficoltà a tornare al 100%.

    Il genovese, dopo la doppia gara di Donington, era decisamente soddisfatto: "Sono contento del passo che abbiamo avuto in gara - ci ha detto Niccolò - e di aver potuto dare altre informazioni alla Ducati. In gara 1 il dritto mi ha fatto perdere sette secondi che ho comunque recuperato, riuscendo a finire vicino a quelli che mi precedevano (13°). Un risultato non facile da ottenere visto che con la Superbike avevo girato solo al Mugello. In gara 2 la moto mi dava più confidenza ma sono stato molto cauto all'inizio".

    - Temevi di cadere?

    "In occasioni come queste c'è un atmosfera particolare. Senti la pressione per non fare cagate. E devi andare forte ma non cadere... Non è facile. Oggi sono riuscito a fare quello che serviva".

    - Un bilancio di questo week end?

    "Felice di questa esperienza che come ho detto è un'opportunità di correre, di stare in un team professionale. Essere una wild card e fare questo risultato non è male".

    - E il confronto con le altre Panigale?

    "Rispetto alle altre Ducati sono andato più forte e questo dimostra che la moto ha un buon potenziale che con un progetto a medio termine può dare dei risultati".

    La sfida è timidamente lanciata: che ci sia un'altra occasione?

    Read more: http://www.gpone.com/2013052610319/Canepa-La-Panigale-puo-crescere-bene.html#ixzz2UUbjFZG1
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  10. geppo1621

    geppo1621

    Iscritto:
    1315494694
    Messaggi:
    3.252
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    dopo una mattinata di interventi senza il solito talebanismo si può riassumere che:
    1) i plioti ducati non sono adatti, vuoi per l'età, vuoi per il livello.
    2)la dirigenza ha la grossa responsabilità di aver gestito di mer@da il reparto corse segando gli investimenti quando gli altri aumentavano e spingendo per far debuttare una moto acerba( quantomeno in sbk)
    per contro và detto che la scelta sembra premiante a livello vendite, ammesso e non concesso che ci sia una correlazione tra pista e strada.
    3) i restrittori non sono la causa tecnica della scarsa competitività del 1199, piuttosto lo sarebbe il motore
    motore che essendo nato male non regge i regimi ai quali dovrebbe esprimersi secondo progetto, e questo richiede una gestione elettronica castrante in termini di guidabilità
    in altre parole è colpa del motore ma sembra una carenza ciclistica
    4)l'esordio, tutto sommato promettente, è da considerarsi un'eccezione irripetibile nel breve
    5) l'attuale team, dal vetrice in giù, non è stato ingaggiato per meriti sportivi; piuttosto per tappare il buco apertosi con l'addio di genesio e la fretta di chiudere i contratti per la stagione alle porte.
    manca di esperienza ed è notoriamente "sparagnino"; lo si deduce dalla campagna acquisti, dal fatto che andava al mercato con soldi degli altri millantando accordi tra lui e biaggi presso l'azienda, ecc ecc
    6)le parole di canepa sono scritte sulla sabbia: cos'altro potrebbe dire nella sua situazione?

    può andar bene come riassunto condiviso da utilizzare nella seconda metà di campionato?
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  11. DesmoLucio

    DesmoLucio

    Iscritto:
    1300546603
    Messaggi:
    852
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    1) Magari questa panigale richiede un adattamento alla guida che a carlos (magari causa età) riesce male. Badovini ,ahimè,non l'ho mai ritenuto un pilota irresistibile. Magari al debutto col team bmw italia ha fatto qualche numero. L'anno dopo si è perso. Forse pure per lui ci sono problemi di adattamento a guidare una bicilindrica.
    Noichir...chi?
    2) concordo
    3)Non concordo pienamente.Secondome le gomme incidono parecchio (soprattutto il passaggio a 17)
    4)Con checa in questo stato concordo in pieno
    5)
    6)Beh...i fatti parlano per lui. Senza l'errore (costato 7secondi )e gara due hanno confermato che attualmente è sopra entrambi i piloti. Sopra badovini sicuro
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  12. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    Ecco,figuriamoci bene,quel Canepa che nel 2008 ha messo insieme 3 punti ed un ritiro ? che nel 2012 ha messo insieme 42.5 punti e setto o otto ritiri ?

    Vabbè,sorvoliamo sui piloti che è meglio
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  13. STC0303

    STC0303

    Iscritto:
    1238488170
    Messaggi:
    876
    "Mi Piace" ricevuti:
    39
    Forse, e ripeto forse, c'e' da aggiungere che con il regolamento e le gomme attuali un bicilindrico, chiunque lo faccia, non e' competitivo col top dei 4 cilindri
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  14. Corrado710511

    Corrado710511

    Iscritto:
    1237202000
    Messaggi:
    7.321
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    O che molto piu' in generale un bicilindrico non e' competitivo con un 4 cilindri a parita' tutto il resto...
    Quindi si tratta solo di sbilanciare il regolamento finche' le prestazioni si allineano. 1400?
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013
  15. fcalissi

    fcalissi

    Iscritto:
    1236593368
    Messaggi:
    24.109
    "Mi Piace" ricevuti:
    21
    Così si fa in tutto il mondo se si vogliono cercare le sfide tecnologiche,se si cerca il predominio basta votare PDL :D

    Nel superturismo si metteva la zavorra a chi aveva vinto la gara precedente per esempio, e nella seconda manches si parte a griglia invertita rispetto all'arrivo della prima manches.

    Lasciare libero il 1200 al cospetto del 1000 era già sufficiente senza altri correttori per esempio
     
    Ultima modifica: 27 Maggio 2013